Seleziona Pagina

Le «tiracòl», lontane eroine del lavoro dentro l’acqua

di Diego Landi

Erano nell’acqua, piegate in due per 10 ore al giorno, che si guadagnavano da vivere. Erano le «mondariso», quelle che erano state ribattezzate le «tiracòl», che per vivere e lavorare dovevano, appunto, tirare il collo subendo il ricatto che sulla loro miseria giocavano agrari e caporali.

Paglia o pagliericcio? Su questo grottesco dilemma sulle condizioni che gli agrari avrebbero dovuto garantire per legge alle mondine si discusse nel 1910 sulla stampa e persino al Parlamento. Ma, 50 anni dopo la vita delle mondariso, le loro condizioni non erano poi tanto migliorate se nel 1953 il 27% delle giovani si ammalava di leptospirosi (un’infezione che deriva da batteri presenti nell’urina dei topi), se i dormitori erano i magazzini del risone, se il pasto fornito dal padrone prevedeva 200 grammi di carne una volta alla settimana e altrettanti di formaggio.

La mancanza di carne, fra l’altro, fu all’origine di una curiosa tradizione. Prima della partenza per le risaie di Vercelli, Novara, Pavia o Milano (dalla sola provincia di Reggio Emilia ne partivano molte migliaia) le tiracòl facevano scorta di salumi. La tradizione vuole che al mattino si tagliasse un’altra fetta di coppa e, incartata, la si mettesse sotto le sottane o nella tasca posteriore dei pantaloni per mangiarla, molle per il grasso fuso dal calore del corpo e del sole, alcune ore dopo, sull’argine della risaia.

Protagoniste da sempre di epiche battaglie per il lavoro (e la più dura era quella quotidiana per guadagnare la misera ‘giornata’), le mondariso, quelle di «se otto ore vi sembran poche», hanno inciso pagine ormai dimenticate nella storia d’Italia. Di queste antiche eroine del lavoro acquatico, testimoni di un’Italia che non c’è più, resta memoria soltanto in qualche vecchio libro e in quel film, Riso Amaro, che rese celebre una bellissima Silvana Mangano in duello amoroso con Raf Vallone.

Circa l'autore

Lascia un commento

Daily News

CAMPIONI D SOSTENIBILITÁ

Raccontiamo storie di imprese, servizi, prodotti, iniziative che amano l’ambiente.
Sono storie di persone che guardano avanti. Che hanno lanciato startup, realizzato imprese di successo o si stanno impegnando in progetti di nuova generazione.

Uomini e donne convinti che un buon business deve essere sostenibile. In grado di promuovere un mondo e una società migliori.

Se ti riconosci in questa comunità e vorresti raccontare la tua storia contattaci.
Saremo onorati e lieti di ascoltarla e farla conoscere.
Contatto veloce:
WhatsApp : 328 6569148

Agenda

Auto inquinanti, Consiglio Ue conferma stop al 2035

29/06/2022
T&E: “Decisione storica per clima, inquinamento e industria. Ora concentriamoci su rete di ricarica e filiera batterie sostenibili” Veronica Aneris, direttrice Transport & Environment Italia: “Un enorme passo avanti a favore del clima. Ora è possibile azzerare le emissioni del settore trasporti al 2050”. Roma, 29 giugno 2022 – “I governi europei hanno preso la […]

Paga con la carta di credito e tuteli le foreste

24/06/2022
,Flowe – B Corp che mira a educare i giovani sui temi dell’innovazione e della sostenibilità economica, sociale e ambientale – ha redatto insieme all’agronomo Guido Cencini un vademecum di approfondimento sui 5 benefici che apportano a più livelli le piante. Iniziatva lanciata in concomitanza con la Giornata della foresta pluviale. Flowe pone inoltre l’attenzione sulla campagna Freshback, attiva fino al 30 giugno. Con la collaborazione […]

Marsala: al via la seconda edizione del KiteFest

21/06/2022
di Gloria Nobile   Sport, musica, enogastronomia, arte e natura: ecco cosa succede quando il talento incontra l’occasione. Quest’anno a Marsala, sulla costa occidentale della Sicilia, la stagione turistica si apre con la seconda edizione del KiteFest che avrà luogo dal 26 giugno al 3 luglio nella Laguna dello Stagnone. Lo straordinario successo della prima […]

Water Stories

Water Video Interviste

Caricamento in corso...
Choose your language »