Select Page

La collezione Sygma ha aperto i battenti grazie a Corbis

E l’acqua ne è una protagonista indiscussa

L’acqua, si sa, è un soggetto stimolante per artisti di ogni tipo. Tra questi, anche e soprattutto per i fotografi. Vi chiederete: e allora, abbiamo scoperto l’acqua calda. Wait a moment, please. A Parigi è stata inaugurata a fine maggio una sede per la conservazione e l’accesso alle immagini della collezione Sygma, la grande agenzia di fotoreporter del passato. A realizzare il progetto ed aprire questo grande complesso presso la cittadina di Garnay (a 45 minuti dalla capitale francese) è stata Corbis, azienda leader nella fornitura di contenuti visivi per le comunità creative (il proprietario è Bill Gates), oltre a Locarchives, la società di gestione dei documenti che ha edificato questo complesso specificamente adibito a questo scopo grazie al contributo di Henry Wilhelm, esperto di conservazione di foto da lungo tempo che ha studiato nel dettaglio la collezione Sygma per conto di Corbis a partire dal 2006.

Questo archivio è il risultato di più di cinque anni di lavoro: in esso sono custoditi circa 50 milioni di immagini tra negativi, stampe e diapositive a colori appartenenti alla collezione Sygma e consultabili da fotografi, ricercatori, iconografi e storici, nonché da editor di foto e direttori artistici. Insomma, un grande progetto che permette agli addetti ai lavori di avere un contatto diretto, data anche la breve distanza da un centro nevralgico come Parigi, con il materiale disposto su oltre 7.000 metri di scaffalature in 800 metri quadrati e protetto da un ambiente ermetico con livello di temperatura e tasso di umidità monitorati costantemente.

«Se la collezione fosse rimasta ancora nelle condizioni di conservazione non controllate e a temperatura ambiente in cui è stata conservata per molti anni, si sarebbe deteriorata prima della fine del secolo», ha detto l’esperto Wilhelm all’apertura. «Il nuovo complesso conserverà e renderà accessibile lo straordinario lavoro dei fotografi della collezione Sygma per i francesi e per gli abitanti di tutto il mondo per più di mille anni a venire».

Il materiale originale è accessibile presso il complesso, mentre le immagini più significative della collezione, scelte e digitalizzate in collaborazione con i fotografi, sono disponibili sul sito web della stessa Corbis (www.corbis.com).

Una notizia molto importante per gli amanti del genere ma anche per i cittadini comuni perché Sygma è una delle maggiori collezioni di fotografie documentarie esistenti al mondo e rappresenta una testimonianza storica di importanti personalità ed eventi dal valore inestimabile in Francia, in Europa e nel mondo. La raccolta è suddivisa in nove collezioni separate, a partire dalla seconda metà del 20° secolo. Le immagini del periodo compreso tra gli anni Cinquanta e Sessanta includono fotografie di Apis, Universal Photo, Interpress, Spitzer, Reporter Associés e altre agenzie. Le collezioni relative agli anni Settanta e agli anni successivi comprendono i preziosi materiali di fotogiornalismo, le notizie, le riviste, le immagini e i ritratti di celebrità dell’agenzia fotografica Sygma, nonché immagini di set cinematografici e televisivi dell’agenzia Kipa e quelle di eventi sportivi dell’agenzia Tempsport.

la nostra cara acqua, alla fin fine, cosa c’azzecca?

C’azzecca eccome: vi presentiamo non dico in esclusiva, ma quasi, alcune immagini della collezione che hanno come soggetto questa sostanza vitale. Buona visione!

Per ulteriori informazioni:
www.corbis.com

Ufficio stampa per Corbis Italia:
Weber Shandwick Italia
Silvia Giorgi: tel. 02 57378 360; sgiorgi@webershandwick.com

About The Author

Leave a reply

Water Sponsor

Water Stories

Water Video

Loading...

Water Natura

UA-116066244-1