Seleziona Pagina

Carta Etica dell’Acqua

Una carta per invertire la rotta. Rendere visibili i diritti per renderli concreti

di Stefania De Cesare


(fonte immagine)

È questo il criterio seguito dal CIPSI-Solidarietà e Cooperazione (Coordinamento nazionale di 45 organizzazioni non governative), dal Comitato italiano per il contratto mondiale sull’acqua e dal Centro di volontariato internazionale (Cevi), che recentemente hanno presentato al Parlamento Europeo un documento per la gestione dell’acqua secondo principi di accessibilità, risparmio, responsabilità e utilità per tutti.

La «Carta Etica dell’Acqua», un manifesto per tutelare l’oro blu, contiene proposte e principi per governi, istituzioni, associazioni e imprese con l’obiettivo di promuovere la cultura dell’acqua come bene comune e, attraverso azioni di sensibilizzazione, orientare concretamente le scelte riguardanti l’utilizzo, mirando a comportamenti individuali più consapevoli, sia a livello di istituzioni che di privati.

Ad oggi i dati non lasciano margine di attesa: 1,6 miliardi di persone nel mondo non hanno accesso all’acqua potabile; 2,6 miliardi di persone non hanno accesso ai servizi igienico-sanitari di base; 5 milioni di persone muoiono ogni anno per malattie legate all’acqua; 1,8 milioni di bambini muoiono ogni anno per malattie connesse alla mancanza d’acqua potabile (4.900 bambini al giorno), un bambino nato in un paese industrializzato consuma acqua da 30 a 50 volte più di un bambino di un paese povero.

In Italia si perdono 104 litri d’acqua per abitante al giorno, pari al 27% dell’acqua prelevata; 1/3 degli italiani non ha un accesso regolare e sufficiente di acqua potabile; ogni italiano consuma 213 litri di acqua al giorno: 39% per bagno e doccia, 20% per sanitari, 12% per bucato, 10% per stoviglie, 6% per cucina, 6% per giardino e lavaggi auto, 1% per bere e 6% per altri usi.

Attivo ormai da venticinque anni, il CIPSI Promuove in Italia molte campagne come «Libera l’Acqua» per l’accesso universale all’acqua potabile e per finanziare progetti per una corretta gestione solidale ed eco-compatibile della risorsa acqua nel mondo. Questa volta però il passo ha nettamente superato la gamba ed è arrivato direttamente a Bruxelles, dove proprio la presenza di questo documento ha dimostrato come un’inversione di rotta possa essere possibile.

«L’acqua è un bene comune che appartiene a tutti gli esseri umani e ad ogni specie vivente; l’accesso all’acqua è un diritto umano, universale, inalienabile; la proprietà, il governo e il controllo dell’acqua, in particolare della gestione e dei servizi idrici, devono restare pubblici; l’accesso all’acqua deve contribuire al rafforzamento della solidarietà tra i popoli, le comunità, i paesi, nel rispetto dei diritti umani.» Sono questi alcuni tra i più rilevanti punti della Carta Etica, consultabile al sito www.cipsi.it.

«Le indicazioni contenute nel documento – ha spiegato Guido Barbera, Presidente di CIPSI-Solidarietà e Cooperazione – sottolineano con urgenza la necessità di un uso sostenibile di quello che deve essere considerato il bene più prezioso del pianeta. Mentre oggi nel mondo il 12% della popolazione usa e spreca l’85% delle risorse idriche, l’accesso partecipato all’acqua può infatti contribuire al rafforzamento della solidarietà tra i popoli, le comunità, i paesi.»

Circa l'autore

Lascia un commento

DAILY NEWS

Agenda

Italia: vai con l’drogeno. Sfida da vincere

06/12/2022
  Roma, 6 dicembre 2022 – “Sembrerebbe, finalmente, essere arrivata la grande rivoluzione dell’idrogeno per il nostro Paese”. È quanto ha affermato il Prof. Marco Mele, economista dell’università Unicusano di Roma, intervenuto ad una nota emittente statunitense pochi giorni fa. “Per il nostro Paese è la più grande scommessa dei prossimi 15 anni, ed è la chiave per […]

La denuncia di Green Impact.

06/12/2022
  Roma, 6 dicembre 2022 – Paradosso biodiversità. Mentre i leader mondiali si riuniscono a Montreal per la COP 15 sulla biodiversità per discutere su come arrestarne il drammatico declino e ridurre la perdita di specie ed ecosistemi, l’UE, Italia compresa, continua a sovvenzionare la biomassa forestale a fini energetici distruggendo così foreste, habitat, piante […]

EMERSIONI: la presentazione a “Non Rassegnamoci”

21/11/2022
Martedì 22 novembre alle 18.30, alla Chiesetta del Parco Trotter (Via mosso 7), ci sarà il terzo appuntamento di Storie, la rassegna letteraria di Municipio 2 curata da Potlatch all’interno della rassegna “Non Rassegnamoci”. Durante l’evento verrà presentata la rivista Emersioni. Emersioni è una rivista digitale e gratuita per parlare di cose difficili dando voce […]

CAMPIONI D SOSTENIBILITÁ

Raccontiamo storie di imprese, servizi, prodotti, iniziative che amano l’ambiente.
Sono storie di persone che guardano avanti. Che hanno lanciato startup, realizzato imprese di successo o si stanno impegnando in progetti di nuova generazione.

Uomini e donne convinti che un buon business deve essere sostenibile. In grado di promuovere un mondo e una società migliori.

Se ti riconosci in questa comunità e vorresti raccontare la tua storia contattaci.
Saremo onorati e lieti di ascoltarla e farla conoscere.
Contatto veloce:
WhatsApp : 328 6569148

Water Video Interviste

Caricamento in corso...
Choose your language »