Seleziona Pagina

Navi da ricordare. Notiziario bibliografico

Piccole barche e creature d’acqua

di Luigi Griva*


(fonte immagine)

Il numero 59 di Erreffe. La ricerca folklorica, a cura di Francesco Vallerani e Glauco Sanga, contiene una raccolta di saggi dedicati all’etnologia e all’antropologia navale.

Francesco Vallerani, professore di Geografia a Ca’ Foscari (Venezia) inquadra il tema con il saggio «Tra laguna e entroterra: alla ricerca di piccole barche e di storie d’acqua». Gilberto Penzo, ricercatore veneziano di storia delle costruzioni navali tradizionali, relaziona sull’ultimo intervento del Museo della Navigazione Fluviale di Battaglia Terme con «Il naviglio tradizionale e gli interventi di tutela»: si tratta del restauro filologico di una caorlina, imbarcazione un tempo frequente nella Laguna nord. All’articolo è accluso un utile glossario di termini navali usati da pescatori, squerarioli e battellieri della laguna di Venezia.

Su un’altra imbarcazione tradizionale lagunare si sofferma Susanna Cadel in «La sampieròta: saperi manuali, tecnici e naturalistici». Qui l’argomento è affrontato dall’angolazione della Antropologia Culturale. Ancora al Veneto è dedicato «La riscoperta della nautica tradizionale: la pantana dell’alto Sile» di Carlo Michieletto, un’esperienza di fedele archeologia ricostruttiva del tipo navale.

Gian Domenico Zucca – ricercatore piemontese di etnologia fluviale – ci porta a Castellazzo Bormida, un antico feudo genovese a sud-ovest di Alessandria, con «Il burchiello della Bormida castellazzese costruito da Filippo Caselli» del 1982, nel quale ricostruisce le vicende di costruzione di questa imbarcazione tradizionale, ricordate con meticolosa precisione e commentate con profonda conoscenza della materia e dell’ambiente fluviale. Purtroppo lo scafo è andato perduto e il mastro d’ascia che l’ha realizzato è nel frattempo morto: la testimonianza di Zucca vale dunque a futura memoria.

Conclude la serie di articoli sul tema un saggio di Federica Letizia Cavallo, «Barche, pescatori e stagni di Sardegna», sui fassonis, un argomento già trattato in passato dall’archeologo navale Edoardo Riccardi, ed evidentemente ignorato nella bibliografia acclusa.

Informazioni:

Monografia presente in Erreffe. La ricerca folklorica n.59, aprile 2009. S. Zeno Naviglio (BS): Grafo. Euro 23,24.

* L’autore Luigi Griva è Conservatore del Museo Navale di Carmagnola (Torino).

Circa l'autore

Giorgio Triani

Sociologo, giornalista, consulente d’impresa.

Lascia un commento

Water Sponsor

Water Stories

Water Video

Caricamento in corso...

Water Natura

Membro della Internet Defense League

UA-116066244-1