Seleziona Pagina

Campania. Sos acqua pubblica

Il sindaco di Apice (Benevento) Ida Albanese: privatizzazione uguale criminalità organizzata

di Fabiana De Nisi


(fonte immagine)

È di questi giorni la notizia che la corsa referendaria contro la privatizzazione del servizio idrico italiano è terminata con la deposizione delle firme in Cassazione. In meno di sei mesi, oltre un milione e quattrocentomila firme, un record per un referendum abrogativo e un chiaro segnale di una mobilitazione ampia e condivisa.

Il 19 novembre 2009 la Camera dei deputati converte in legge il cosiddetto «decreto Ronchi»: 320 i voti favorevoli, 270 i contrari. L’articolo 15 stabilisce per legge che le società miste pubblico-private quotate in borsa dovranno entro il 2015 essere composte al 70 % da soci privati riservando al pubblico il 30 % delle azioni mentre i Comuni e le Province che gestiscono l’acqua con società tutte pubbliche, dovranno entro il 31 dicembre 2001 mettere a pubblica gara questo servizio.

Noi abbiamo chiesto il parere di alcuni amministratori provinciali e comunali e di alcuni dirigenti delle società di gestione del servizio idrico sul territorio. Con 4 semplici domande. Ad esempio, la normativa non lascia ben sperare per il futuro dell’Alto Calore Servizi Spa i cui soci sono 128 comuni campani, di cui 97 della provincia di Avellino e 31 della provincia di Benevento. Per capirne di più abbiamo intervistato la dott.ssa Ida Antonietta Albanese, sindaco di Apice, comune della provincia di Benevento.

Qual è la sua opinione in merito al cosiddetto decreto Ronchi sulla privatizzazione dei servizi idrici pubblici? È favorevole o contrario?

«La liberalizzazione dell’acqua peserà sulle tasche dei cittadini con aumenti che – secondo le associazioni dei consumatori – saranno compresi tra il 30% e il 40%. Si profila quindi una vera e propria stangata nei prossimi 3 anni, tempo necessario perché il nuovo sistema vada a regime.»

Quali sono, secondo lei, i pro e i contro di questo decreto?

«Il privato non è garanzia di investimento, è invece certo che ci saranno tariffe più elevate.»

Qual è la situazione nella zona di competenza della sua azienda?

«L’attuale gestore «Alto Calore Servizi» non ha ancora comunicato niente. Siamo in attesa di sviluppi.»

Il decreto ha cambiato qualcosa? In positivo o in negativo?

«Privatizzare non significa migliorare il servizio per l’utente. Privatizzare acqua e ciclo dei rifiuti è un possibile favore alla criminalità organizzata.»

» Leggi l’inchiesta sulla società Alto Calore

Circa l'autore

Giorgio Triani

Sociologo, giornalista, consulente d’impresa.

Lascia un commento

DAILY NEWS

Agenda

In Italia 6 immobili su10 sono obsoleti.

16/01/2023
 Nel parco edilizio del nostro Paese —composto per il 92% da edifici residenziali e per il restante 8% da immobili destinati ad altri usi— la maggior parte delle proprietà sono vetuste e potrebbero trarre un grande beneficio dalle ristrutturazioni. A fare il punto della situazione è la Silvi Costruzioni Edili, che tra i clienti, oltre a committenti pubblici […]

“I giovani e le scienze 2023”: selezione italiana del concorso europeo

13/01/2023
Il 10 febbraio è il termine per candidarsi alla selezione italiana del concorso europeo ‘I giovani e le scienze”, promosso dalle istituzioni europee: Commissione, Consiglio e Parlamento. “Cerchiamo studenti tra i 14 e i 20 anni, tra i quali scegliere quanti vanno a rappresentare l’Italia alla finale europea EUCYS 2023”. Nei giorni dal 18 al […]

Mal aria d’Italia. La peggio è la Padania

06/01/2023
di Giulia Piccoli Il nuovo anno non si è aperto nel migliore dei modi per gli abitanti della Pianura Padana: nella vasta zona, già una delle più inquinate d’Europa, si sono registrati in questi giorni dei valori piuttosto alti di Pm10, cioè di polveri fini dannose per la salute di diametro inferiore a 10µm. Nella […]

CAMPIONI D SOSTENIBILITÁ

Raccontiamo storie di imprese, servizi, prodotti, iniziative che amano l’ambiente.
Sono storie di persone che guardano avanti. Che hanno lanciato startup, realizzato imprese di successo o si stanno impegnando in progetti di nuova generazione.

Uomini e donne convinti che un buon business deve essere sostenibile. In grado di promuovere un mondo e una società migliori.

Se ti riconosci in questa comunità e vorresti raccontare la tua storia contattaci.
Saremo onorati e lieti di ascoltarla e farla conoscere.
Contatto veloce:
WhatsApp : 328 6569148

Water Video Interviste

Caricamento in corso...
Choose your language »