Select Page

L’acqua: pubblicità per il territorio

di Lorenzo Rai


(fonte immagine)

Da quasi tre anni un’azienda di Piacenza ha deciso di farsi promotrice dell’unicità e della purezza del proprio territorio, questo tramite l’utilizzo del prodotto che fabbrica. L’azienda è l’Acqua AltaValle ed il prodotto è l’acqua. L’iniziativa è stata quella di associare, sulle etichette delle bottiglie, il nome dell’acqua con le immagini della valle in cui nasce la sua fonte, ossia la Valtrebbia.

Per conoscere i dettagli di questa operazione sono stati intervistate due figure di rilievo nell’ambito di questa azienda, Roberta Marazzi, responsabile marketing dell’acqua AltaValle, e il dott. Marcello Balzarini, consigliere delegato della Valtrebbia Acque Minerali S.p.a.

Quando e come è partita l’iniziativa di affiggere sulle etichette le immagini della Valtrebbia?

«La decisione di inserire in etichetta le foto della Valtrebbia è nata contemporaneamente alla decisione di lanciare sul mercato un’acqua minerale ‘locale’. Abbiamo iniziato la nostra attività di commercializzazione a marzo del 2008 ed è stato creato tutto ex novo, dal nome del prodotto, al logo, alla bottiglia ecc… fin dall’inizio abbiamo deciso che il nuovo prodotto dovesse essere fortemente legato al territorio di appartenenza e portarne con sé i valori. Ne abbiamo parlato per parecchi mesi con la nostra agenzia di comunicazione per riuscire a creare un prodotto ed una comunicazione che ‘parlasse’ del territorio, senza però risultare ‘provinciale’. La qualità del prodotto doveva essere il primo punto fisso.»

Questa campagna è rivolta maggiormente all’interno o all’esterno del territorio piacentino?

«La comunicazione è stata in primis rivolta agli abitanti della zona per creare notorietà del marchio, per sfruttare il senso di appartenenza alla Valtrebbia da parte dei piacentini e per, aspetto fondamentale, andare di pari passo con la distribuzione nei punti di vendita (ovviamente partendo dal piacentino per poi diffondersi lentamente in modo concentrico). In generale ha quindi la funzione di identificare il territorio di origine. Nello stesso tempo si raggiunge lo scopo di far conoscere il territorio e la sua promozione come avviene per tutti i prodotti locali. L’acqua minerale è diffusa con grandi volumi (basso prezzo e alto consumo) per cui ha la possibilità di diffondere a largo raggio il messaggio e quindi offre un ottimo strumento di promozione del territorio.»

Quante e come sono state scelte le immagini?

«Le immagini sono circa 12 e sono state scelte tramite un concorso a cui hanno partecipato circa 400 persone, sono arrivate 900 foto il primo anno e 600 il secondo. un successo, quindi! È stata una commissione di esperti pubblicitari a formulare la classifica, ed anche le foto dei vincitori sono state pubblicate.»

Che riscontri ci sono stati da parte degli acquirenti della vostra acqua nei confronti dell’iniziativa?

«I riscontri da parte dei consumatori dell’uso della immagine della Valtrebbia è positivo, sempre a livello locale. Comunque se l’immagine è bella come quella della etichetta della Altavalle, il richiamo al territorio, specie alla natura del territorio, è sempre gradito. Vedasi le acque minerali di alta montagna che richiamano sempre la loro origine territoriale.»

In questa campagna si vede come l’acqua possa essere usata come portavoce di valori ed eccellenze del paesaggio, la possibilità che arrivi sulla tavola di molte famiglie e passi di mano in mano la rende un mezzo di comunicazione ottimo sia per chi la produce sia per chi la utilizza.

About The Author

Leave a reply

Water Sponsor

Water Stories

Water Video

Loading...

Water Natura

UA-116066244-1