Seleziona Pagina

L’Italia da salvare. En font. La fontana che anela l’acqua

di Alessia Metastasio

 

La fontana si trova nella prima piazza sorta, dopo quella della cattedrale, con la ricostruzione della parte nuova di Ragusa a seguito del terremoto del 1693. Intorno alla fontana, costruita in stile arabo moresco, si svolgeva il mercato degli animali e la fonte fungeva da abbeveratoio per le bestie. Ma era soprattutto  il segno di ripresa di una città, che come gran parte della Sicilia, era stata devastata dal cataclisma.

 

Simbolo così importante che per gli abitanti della cittadina la piazza è ormai denominata ”piazza fonti”, plurale dovuto al fatto che in realtà la fontana è costituita da quattro fonti rivolte alle quattro vie che intersecano la piazza.

 

Ad oggi però la fontana  risulta non funzionante, con l’acqua ormai ristagnata nelle vasche e con le bocche delle maschere, da cui l’acqua  pulita avrebbe dovuto zampillare, completamente asciutte. Nel 2004 il Comune ha stanziato fondi per recuperare le fontanelle di Ragusa ormai fuori uso, ma per il momento pare non sia stato fatto nulla per questo simbolo della città, nonostante le numerose proteste degli abitanti della zona.

 

 

Circa l'autore

Giorgio Triani

Sociologo, giornalista, consulente d’impresa.

Lascia un commento

Water Sponsor

Water Stories

Water Video

Caricamento in corso...

Water Natura

Membro della Internet Defense League

UA-116066244-1