Seleziona Pagina

The liquid stage: storie fotografiche di uomini e acqua

ROMA. C’è tempo fino al 23 ottobre per vedere la collettiva “Liquid stage” con fotografie di Bruno Zanzottera, Alessandro Gandolfi, Sergio Ramazzotti, Davide Scagliola, Gianmarco Maraviglia, Francesco Alesi, Luigi Baldelli, Simone Cerio. Un viaggio nel mondo in 38 scatti, dall’Egitto al Cile, dalla Tunisia al Bangladesh, dalla Russia alla Thailandia, dal Brasile alla Nigeria, dal Congo alla Mongolia, dagli Stati Uniti all’Italia.

 

Quando parliamo di un uomo in acqua, diciamo che “non è nel suo elemento naturale”. Eppure, spesso inconsapevolmente, viviamo in un mondo liquido. La maggior parte delle confessioni religiose narra un mito fondatore o ri-fondatore (come il Diluvio Universale) basato sull’acqua, e per milioni di accoliti di tutte le fedi l’acqua -di un fonte battesimale, del Gange, dell’alveo di un lago sacro in terre animiste o delle vasche di abluzione sul retro di una moschea- è l’elemento base dei riti di purificazione e di ricongiungimento col divino. Più di una guerra, fra quelle che hanno funestato l’ultimo secolo, si è combattuta per l’acqua, e altre se ne combatteranno: quando ha sete, anche l’uomo più mite è disposto a imbracciare un fucile per placarla. Il mare, anche se ogni giorno è più povero di vita, è fonte di sostentamento per centinaia di milioni di persone.

 

Il rapporto fra l’essere umano e l’acqua è indissolubile: ne nascono storie delicate, poetiche e drammatiche, che in certi casi hanno in sé la grandezza di un’epica. L’acqua, dolce o salata, corrente o stagnante, pura o avvelenata, contenuta in una piscina, un’acquasantiera o nel letto di un fiume, l’acqua che sostiene la chiglia di un peschereccio e quella divenuta strato di ghiaccio durante un lungo inverno boreale, è la ferriera dove bambini lavorano per smantellare vecchie navi e il bacile nel quale ci si bagna per perpetuare un rituale vecchio di due millenni. È, come nella Libia della rivoluzione, un campo di battaglia e una via di salvezza, è l’orizzonte sul quale i giovani di Gaza cercano un surrogato di libertà, è una palestra, un parco giochi, è un mare che fu nostrum ma oggi è un muro, per valicare il quale migliaia di giovani sono disposti ad affrontare la morte in un’impossibile traversata verso nord. L’acqua diventa allora un palcoscenico liquido, sul quale vanno in scena, in infinite repliche sempre uguali e sempre diverse, la commedia e il dramma dell’umanità. (s.p.)

 

CHI: Liquid stage collettiva fotografica. A cura di Gianmarco Maraviglia, in collaborazione con agenzia fotografica ParalleloZero.

DOVE: Palazzo delle Esposizioni, Spazio Fontana

QUANDO: fino al 23 ottobre. Domenica, martedì, mercoledì e giovedì dalle 10 alle 20 ; venerdì e sabato dalle 10 alle 22.30.

Circa l'autore

Giorgio Triani

Sociologo, giornalista, consulente d’impresa.

Lascia un commento

Daily News

CAMPIONI D SOSTENIBILITÁ

Raccontiamo storie di imprese, servizi, prodotti, iniziative che amano l’ambiente.
Sono storie di persone che guardano avanti. Che hanno lanciato startup, realizzato imprese di successo o si stanno impegnando in progetti di nuova generazione.

Uomini e donne convinti che un buon business deve essere sostenibile. In grado di promuovere un mondo e una società migliori.

Se ti riconosci in questa comunità e vorresti raccontare la tua storia contattaci.
Saremo onorati e lieti di ascoltarla e farla conoscere.
Contatto veloce:
WhatsApp : 328 6569148

Agenda

Festival Antropologia. A Pistoia questo weekend

23/09/2021
  Dialoghi sull’uomo torna finalmente in presenza: da venerdì 24 a domenica 26 settembre si terrà la XII edizione del festival di antropologia del contemporaneo, promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia e dal Comune di Pistoia, ideato e diretto da Giulia Cogoli (www.dialoghisulluomo.it). Il tema del 2021 Altri orizzonti: camminare, conoscere, […]

Padus mirabilis. Festa del Po, Colorno 18-19 settembre

17/09/2021
Sacca di Colorno, isola del Po in età medievale, nello scenario unico delle rive del fiume Po, si svolgerà la prima edizione di “PADUS MIRABILIS” festa delle singolarità territoriali del Po e di altre vie d’acqua. Incontri e dimostrazioni culinarie, laboratori per adulti e bambini, mostra mercato di frutti, fiori, ortaggi, artigianato e specialità enogastronomiche. Il progetto fa parte […]

Bergamo. Landscape festival 2021

16/09/2021
L’undicesima  edizione di Landscape Festival si è aperta il 9 settembre e si concluderà il 26 settembre. Ospite d’onore quest’anno i Nigel Dunnett, professore di Planting Design e Urban Horticulture presso il Dipartimento di Architettura dell’Università di Sheffield. Al paesaggista inglese è stata affidata Green Square 2021, la rivisitazione green di Piazza Vecchia, a Bergamo, trasformata in una […]

Water Stories

Water Video Interviste

Caricamento in corso...
Choose your language »