Seleziona Pagina

Con l’acqua pubblica si risparmia

di Alessandro Assad 

 

un diffusissimo distributore d’acqua

 

Ad un anno e mezzo dall’installazione dei distributori di acqua nel comune di Albinea, viene da dire che l’acqua pubblica premia i cittadini, facendoli risparmiare.

Albinea è tra i comuni della provincia reggiana che ha aderito al progetto “Acquapubblica”, promosso da Enìa (l’attuale gruppo Iren).

I dati di utilizzo del distributore installato a giugno 2010, ci danno dei valori importanti: in un anno e mezzo sono più di 800 mila le bottiglie distribuite, 29 tonnellate di plastica risparmiata, 55 tonnellate di petrolio in meno e 40 tonnellate di Co2 in meno prodotte. In soldoni, le famiglie hanno risparmiato all’incirca 70 euro al’anno; ma chi ci ha guadagnato, come abbiamo visto, non sono solo le famiglie, ma anche l’ambiente. Infatti, l’acqua viaggia attraverso la rete e questo evita i trasporti, che di conseguenza evita l’inquinamento da parte dei mezzi e che di conseguenza evita impatti sull’ambiente.

L’acqua dei distributori è controllata e quindi buona. Se poi aggiungiamo che la si può prelevare come più ci piace, naturale o frizzante, refrigerata o a temperatura ambiente in maniera gratuita, non c’è nulla di meglio. Inoltre i distributori sono attivi tutti i girorni.

L’Italia è uno dei paesi con il consumo d’acqua in bottiglia più alti al mondo, circa 190 litri annui a testa.

E tutto questo ha un costo. Con l’acqua pubblica invece questi costi non esisterebbero.

Forse sta cominciando una “mini-rivoluzione” dell’acqua che ci porterà tutti ad utilizzare l’acqua pubblica, o forse no. Fatto sta che intanto gli abitanti di Albinea hanno cominciato a risparmiare, e di questi tempi non disgusta mai.

 

 

Circa l'autore

Giorgio Triani

Sociologo, giornalista, consulente d’impresa.

Lascia un commento

Water Sponsor

Water Stories

Water Video

Caricamento in corso...

Water Natura

Membro della Internet Defense League

UA-116066244-1