Select Page

Ambiente e tecnologie informatiche al Ces 2012

di Valentina Maria Teresa Fiume

 

E’ in corso in questi giorni, a Las Vegas, il Ces 2012, il Consumer Electronics Show, un appuntamento mondiale nel quale vengono presentate nuove tecnologie informatiche e digitali rispettose però dell’ambiente. Una tappa importante per scoprire i nuovi sforzi dell’industria informatica per salvaguardare la salute del pianeta.

 

Tra i vari punti discussi una posizione di rilievo è assunta dalle cosiddette “tematiche verdi”, presentate al pubblico attraverso articoli sul tablet “Kindle”, alimentato, per l’occasione, esclusivamente a energia solare.

 

Tra le varie proposte spiccano le “abitazioni intelligenti”, quelle cioè abili nella gestione dei consumi energetici attraverso la riduzione degli sprechi energetici, l’ottimizzazione della distribuzione energetica, l’annullamento dei dispendiosi stand-by di tv e altri dispositivi elettronici e soprattutto la gestione digitale dell’energia elettrica.

 

Attraverso l’utilizzo di nuovi pannelli centralizzati, infatti, realizzati finemente tanto da mimetizzarsi con il resto degli arredi domestici, è possibile ottimizzare il risparmio energetico in casa. E il tutto con un solo apparecchio in grado di gestire contemporaneamente luce, riscaldamento, acqua e consumo degli elettrodomestici. La commistione perfetta, dunque, tra rispetto per l’ambiente e consumo intelligente.

 

Ma non si è discusso solo di gestione domestica al Ces: si è parlato anche dell’ultimo e futuristico progetto delle “auto elettriche” che ben presto diverranno le protagoniste del mercato automobilistico. Fiore all’occhiello di note società, prima fra tutte la Ford, orientata all’elettrico per la salvaguardia dell’ambiente e la riduzione della combustione da petrolio. Un mercato in crescita la cui scalata dipende anche e soprattutto dalla sensibilità ambientale dei cittadini.

 

Altri prodotti quotidiani poi, i cosiddetti “gadget” come I-phone o i classici lettori mp3, sono stati i protagonisti della fiera americana. Gadget tutti rigorosamente caricati a energia solare, più puliti, economici e alternativi.

 

In ultimo, grande spazio nel complesso fieristico è stato dato anche ai “Led”, illuminazione impareggiabile a basso consumo, considerate le lampadine del futuro, capaci di produrre 40 volte di più rispetto alle tradizionali lampade a incandescenza. Ma soprattutto capaci di utilizzare solo un ottavo dell’energia rispetto ai metodi tradizionali, con un risparmio energetico davvero notevole.

 

Tutte formule, quelle presentate al Ces, rispettose dell’ecosistema ma non per questo meno tecnologiche. A testimonianza del fatto che l’informatica e l’industria digitale si evolvono sempre più in direzione della salvaguardia del pianeta e che non è impossibile, come molti credono, la coesistenza di consumo e protezione ambientale.

 

About The Author

Giorgio Triani

Sociologo, giornalista, consulente d’impresa.

Leave a reply

Water Sponsor

Water Stories

Water Video

Loading...

Water Natura

UA-116066244-1