Seleziona Pagina

Acqua, il rischio di bollette più care.

di Giuseppe Altamore

 

 

Acqua, il rischio di bollette più care. A un anno dal risultato plebiscitario del 2011, sostanzialmente tradito il referendum sull’acqua pubblica. E potremmo avere bollette più salate, come già avviene per gas ed elettricità.

“Acqua pubblica, ci metto la firma”. Uno slogan che ha segnato il successo, per nulla scontato, del referendum abrogativo di due articoli di legge relativi alle risorse idriche. Un successo che ha coinvolto ben 26 milioni di italiani che hanno sognato un romantico ritorno “all’acqua pubblica”. A quasi un anno dal referendum i cittadini si chiedono che ne è stato del risultato plebiscitario. Il primo quesito, quello che ha cancellato la norma che imponeva l’apertura ai privati ha di fatto bloccato le gare. Più complicate le conseguenze legate al secondo quesito che cancella la remunerazione del capitale da pagare in bolletta.
Su pressione del Forum dei movimenti per l’acqua, il ministro dell’Ambiente Corrado Clini ha invitato l’Autority per l’energia a rivedere il meccanismo delle tariffe, tenendo conto del risultato referendario. E proprio qui sta il problema. Il momento è delicato e il rischio che alla fine il referendum sia tradito da contorti provvedimenti normativi è concreto. In questi giorni circola una bozza del Dpcm (di cui all’articolo 21, comma 19, del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, come convertito dalla legge 22  dicembre 2011, n. 214) che definirà la totalità delle funzioni spettanti all’Autorità per l’energia elettrica e il gas in materia di risorse idriche.

Due i punti delicati che, se dovessero essere passare, agirebbero il risultato referendario: sarebbe l’Autorità per l’energia elettrica e il gas a controllare i Piani di ambito e non più l’Autorità d’ambito che è un ente composto dai Comuni, quindi a rappresentanza democratica; la tariffa sarebbe dettata dall’Autorità per l’energia e il gas e non più dagli enti locali riuniti nell’Ambito territoriale ottimale.

Le conseguenze sarebbero da una parte la perdita del controllo sociale su un bene comune vitale, dall’altra l’adeguamento delle bollette ai voleri dei gestori, così come avviene oggi per il gas e l’elettricità, con la conseguenza che abbiamo le tariffe di questi due servizi tra i più alti d’Europa. L’acqua potrebbe seguire la stessa sorte con un aumento delle bollette esponenziale.

 

 

Quest’articolo è già apparso su Famiglia Cristiana, che ringraziamo.

Circa l'autore

Giorgio Triani

Sociologo, giornalista, consulente d’impresa.

Lascia un commento

DAILY NEWS

Agenda

Al Salone del Gusto esempi virtuosi di bioeconomia circolare

25/09/2022
Un evento internazionale diventa il laboratorio per dimostrare come l’utilizzo di sacchi e stoviglie in bioplastica compostabile possa dare il proprio positivo contributo alla corretta gestione dei rifiuti organici, aumentandone sia la quantità sia il corretto conferimento da parte dei visitatori. L’evento in questione è Terra Madre – Salone del Gusto 2022, lo storico appuntamento […]

‘BUSINESS PLANet’: a Cersaie il futuro delle città

22/09/2022
Le città occupano solo il 3% del territorio mondiale, ma riescono a consumare oltre il 60% dell’energia, producendo il 70% delle emissioni di gas serra e il 70% dei rifiuti globali, con una popolazione destinata a raddoppiare entro il 2050. Poco basta per individuare le città come banco di prova del prossimo futuro a livello ambientale, energetico, urbanistico, architettonico, sociale ed […]

EUCYS 2022: il talento italiano si fa strada in Europa

05/09/2022
Dal 13 al 18 settembre si terrà a Leiden, in Olanda, la 33° edizione di EUCYS – European Union Contest for Young Scientists. Il concorso è un’iniziativa della Commissione europea nell’ambito del programma Scienza e Società. È stato istituito per promuovere gli ideali di cooperazione e scambio di informazioni tra giovani scienziati (di età compresa tra i 14 e i […]

CAMPIONI D SOSTENIBILITÁ

Raccontiamo storie di imprese, servizi, prodotti, iniziative che amano l’ambiente.
Sono storie di persone che guardano avanti. Che hanno lanciato startup, realizzato imprese di successo o si stanno impegnando in progetti di nuova generazione.

Uomini e donne convinti che un buon business deve essere sostenibile. In grado di promuovere un mondo e una società migliori.

Se ti riconosci in questa comunità e vorresti raccontare la tua storia contattaci.
Saremo onorati e lieti di ascoltarla e farla conoscere.
Contatto veloce:
WhatsApp : 328 6569148

Water Video Interviste

Caricamento in corso...
Choose your language »