Select Page

Il giardino verticale “MexSicko City” contro l’inquinamento urbano

di Silvia Parmeggiani

 

 

Un arco composto da 50.000 piante piazzato al centro di un viale metropolitano intasato dal traffico, dove ogni giorno passano migliaia di autobus, macchine e taxi. E’ ” MexSicko City “, un giardino verticale, installato per dare una ripulita all’aria e all’immagine. Questa è una delle eco-sculture del progetto VerdMx che ha installato fino ad oggi tre strutture in tutta la città per trasformarla e aiutare l’ambiente. Il progetto, opera dell’architetto trentenne Fernando Ortiz Monasterio servirà alla città di Città del Messico a rifarsi una reputazione verde. Si conta, infatti, che i livelli di ozono e di altri inquinanti sono almeno allo stesso livello di una città come Los Angeles. La struttura, se lo smog lo permette, durerà almeno un anno e la gente che passa e che lavora nei pressi dell’incrocio è perplessa. Al New York Times, che sulla struttura ha costruito un ampio servizio, negozianti della zona e abitanti hanno dimostrato le loro perplessità. C’è chi si chiede a cosa serva, chi lo vede come uno spreco di denaro, chi non lo vuole paragonare ad un murales artistico ma anche a chi piace come Riberto Pineda, lavavetri di 17 anni, che trova nella eco-struttura un luogo di riparo dal sole.

 

 

 

About The Author

Giorgio Triani

Sociologo, giornalista, consulente d’impresa.

Leave a reply

Water Sponsor

Water Stories

Water Video

Loading...

Water Natura

UA-116066244-1