Select Page

Trekking Urbano: a spasso per diciassette città italiane

 

 

La IX Giornata Nazionale del turismo sostenibile si sdoppia: sabato 21 aprile e sabato 27 ottobre in 17 città italiane si va a spasso per la città con il trekking urbano. In Toscana, insieme alla capofila Siena, itinerari alla scoperta di Arezzo, Pisa e Pistoia sulle tracce dell’acqua.

 

Il trekking per tutti si fa a spasso per la città, unendo al benessere fisico il privilegio di riappropriarsi del tempo, della memoria e dell’identità dei luoghi, riscoprendone curiosità e tesori nascosti. La formula, ormai ben collaudata, è quella del trekking urbano, che il 21 aprile approda in diciassette città italiane con la prima edizione primaverile dedicata al turismo “vagabonding”.

Oltre al tradizionale appuntamento autunnale, che quest’anno torna sabato 27 ottobre, la Giornata Nazionale del Trekking Urbano raddoppia offrendo a cittadini e visitatori un’occasione in più per vivere e scoprire gli itinerari più insoliti e i luoghi meno conosciuti delle città d’arte italiane che, per la prima volta, si faranno conoscere e ammirare anche con i colori e i profumi della bella stagione. In Toscana, accanto alla capofila Siena, hanno aderito i Comuni di Arezzo, Pisa e Pistoia.

 

Duemiladodici, il trekking raddoppia. Se le date sono due, la formula di successo non cambia: il trekking urbano, una delle nuove frontiere del turismo sostenibile e sensoriale, resta l’originale iniziativa ideata nel 2002 dal Comune di Siena che ogni anno coinvolge decine di capoluoghi italiani per riscoprire le città come spazi da percorrere a piedi con sguardo nuovo e senza fretta. Il trekking urbano, oltre a divertire ed emozionare chi vi partecipa, è un’attività che fa bene al fisico. Se praticata in maniera costante per almeno 20 minuti, infatti, la camminata veloce allena i muscoli e contribuisce a combattere i rischi di infarto, depressione, diabete e osteoporosi. Sabato 21 aprile, per la prima edizione primaverile della manifestazione, sarà l’acqua come matrice di vita, il fil rouge che unirà l’esperienza dei viaggiatori slow italiani, mentre il secondo appuntamento, fissato per sabato 27 ottobre sarà dedicato alle scoperta dei personaggi meno noti, che hanno contribuito alla storia delle città.

Sabato 21 aprile, a piedi alla ricerca dell’acqua. Turisti e visitatori saranno chiamati a percorrere uno dei tanti itinerari proposti, alla ricerca del profondo legame che esiste tra l’acqua e le città. La storia, infatti, ci insegna che l’acqua è stato un fondamentale elemento aggregante per la nascita dei nuclei urbani. I diciassette Comuni che sperimenteranno la formula primaverile del Trekking urbano sono Ancona; Arezzo; Ascoli Piceno; Avellino; Chieti; Fermo; Mantova; Padova; Pavia; Pisa; Pistoia; Rieti; Salerno; Spoleto; Tempio Pausania; Trento e Urbino.

Per informazioni sulla Giornata Nazionale del Trekking Urbano è possibile contattare il Servizio promozione turistica e sviluppo economico del Comune di Siena al numero 0577 292128 oppure inviare un’e-mail all’indirizzo di posta

 

elettronica turismo@comune.siena.it. Per conoscere e scaricare gli itinerari e i percorsi, proposti dalle diciassette città per sabato 21 aprile è possibile consultare il sito www.trekkingurbano.info.

Credits. La IX Giornata Nazionale del Trekking Urbano è organizzata dal Comune di Siena, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Guide Turistiche, e con la partecipazione dei Comuni di Ancona; Arezzo; Ascoli Piceno; Avellino; Chieti; Fermo; Mantova; Padova; Pavia; Pisa; Pistoia; Rieti; Salerno; Spoleto; Tempio Pausania e Trento.

*************************

Cos’è il Trekking Urbano. Il trekking urbano è un’attività che coniuga sport, arte, gusto e voglia di scoprire gli angoli più nascosti e curiosi delle città, attraverso itinerari caratterizzati da forti dislivelli del suolo e da scalinate. Si tratta di una forma di turismo “vagabonding”, libera e ricca di sorprese, adatta a tutte le età, senza un particolare allenamento preventivo. Oltre a essere un’attività che fa bene al fisico e alla mente, il trekking urbano fa bene alle città perché permette di decongestionare le zone attraversate dai flussi turistici tradizionali, allargare il raggio delle visite alle aree più periferiche dei centri urbani e prolungare i soggiorni.

 

About The Author

Giorgio Triani

Sociologo, giornalista, consulente d’impresa.

Leave a reply

Water Sponsor

Water Stories

Water Video

Loading...

Water Natura

UA-116066244-1