Seleziona Pagina

Acqua Day 2013. Da una Giornata Mondiale all’altra

Acqua Day 2013. Da una Giornata Mondiale all’altra

 

Water day 2013

Trovate parecchie notizie e segnalazioni sul water day 2013, che come da tradizione ha il suo giorno il 22 marzo. Non potremmo fare diversamente. Anche perché tante iniziative sono assolutamente meritorie. Però si comincia  a provare un po’ d’irritazione per una ricorrenza ormai molto simile alla festa del babbo o della mamma. Un atto dovuto, buono per fare festa un giorno e per il resto dell’anno continuare a fare quel si fa e si è fatto da sempre, che però bisognerebbe smettere di fare. Ossia di sprecare acqua, di inquinarla, di gestirla malamente, di usarla per piccole o grandi speculazioni. Insomma di continuare a fare chiacchiere anziché fatti.

  Qui basterà ricordare quel che è avvenuto con il referendum dell’altr’anno contro la privatizzazione dell’acqua e chiedersi cosa sia nel frattempo accaduto. Nulla o quasi. Perché ci sono t altre e più gravi questioni economiche che premono. Ma soprattutto perché continuiamo a essere un paese immobile,  dove per cambiare bisogna che ci sia un crollo, che non sia più possibile fare diversamente, che si sia costretti. Non è una novità, ma ricordarlo si deve. Visto che disastri e scempi del territorio  si succedono, senza che vengano sanate le ferite e nemmeno che si metta mano agli interventi indispensabili per mettere in sicurezza tante parti del paese a rischio idrogeologico.  

  Ma non meno bisognoso di cure e investimenti è il nostro paesaggio e i tanti beni  ambientali e architettonici che ci rendono il primo paese al mondo per consistenza e qualità del patrimonio naturale, storico e culturale. Senza però che tale ricchezza venga sfruttata degnamente, nel contempo che da 30 anni non ci sia governo, partito politico, amministratore, imprenditore che non dica, ridica e stradica che questa straordinaria risorsa – il nostro petrolio- deve essere finalmente messa a servizio della sviluppo economico, potendo  diventare in tempi brevi  un settore in grado di creare centinaia di migliaia di posti di lavoro. Soprattutto per i giovani.

  Già. Però siamo sempre qua a fare i conti con promesse e  occasioni mancate. E a dovere ringraziare un’associazione che da anni supplisce, con forze e soldi privati, alla latitanza dei poteri pubblici ad ogni livello. E’ la Fai, della quale questo fine settimana si terrà la XXI Giornata di Primavera , con 700 visite straordinarie ad altrettante meraviglie del nostro paese. E’ uno sforzo che merita di essere sostenuto ( sino al 24 marzo si può donare telefonando al 45501).  Perché sono soldi che vengono investiti per ristrutturare, riaprire, sistemare  giardini, corti e palazzi diversamente destinati all’oblio o alla rovina.

  Insomma qui siamo lontani dalle retoriche celebratorie della Giornata Mondiale dell’Acqua, che si misurano anche attraverso l’inflazione di giornate mondiali, sponsorizzate da Onu e Unesco, e ormai si succedono a ritmi tali, che vien quasi voglia di chiedere una moratoria. Viusto che l’altrieieri ( 20) s’è celebrata quella della Felicità, ieri quella della Poesia, oggi, appunto, quella dell’Acqua,domani quella della Meteorologia e così via  un giorno dopo l’altro. ( il calendario completo è consultabile al sito http://www.unric.org/it/ricorrenze-e-anni-internazionali ). In ossequio a una tendenza che sta smarrendo il senso della misura. Quando non ha la leggerezza e l’originalità della Giornata mondiale della Lentezza che si terrà il prossimo 13 maggio. Con i due fantastici appuntamenti di Milano, dove  verrà collocato un “passovelox” in corso Vittorio Emanuele, in funzione fin dal primo mattina per multare – simbolicamente – i milanesi più frenetici; . E di Roma, partenza da Piazza Trilussa,  dove si cercherà di battere il record mondiale di anti-velocità: 300 metri in un’ora e mezza.

 

Circa l'autore

Giorgio Triani

Sociologo, giornalista, consulente d’impresa.

Lascia un commento

Daily News

CAMPIONI D SOSTENIBILITÁ

Raccontiamo storie di imprese, servizi, prodotti, iniziative che amano l’ambiente.
Sono storie di persone che guardano avanti. Che hanno lanciato startup, realizzato imprese di successo o si stanno impegnando in progetti di nuova generazione.

Uomini e donne convinti che un buon business deve essere sostenibile. In grado di promuovere un mondo e una società migliori.

Se ti riconosci in questa comunità e vorresti raccontare la tua storia contattaci.
Saremo onorati e lieti di ascoltarla e farla conoscere.
Contatto veloce:
WhatsApp : 328 6569148

Agenda

Poster conferenza Europa

10-12 dicembre: Festival d’Europa a Firenze

03/12/2021
Dal 10 al 12 dicembre sarà possibile seguire il Festival d’Europa. Il tema dell’anno? Firenze, e il ruolo che questa potrebbe svolgere nel futuro dell’Unione Europea.  Si tratta di quattro diversi panel, di cui il secondo è in corso adesso, dedicato ai cittadini d’Europa e il futuro dell’Unione, di cui la riunione finale si terrà […]
poster News ProgEU

9-10 dicembre: EU Agricultural Outlook

03/12/2021
Tra il 9 e il 10 dicembre si terranno le due date della conferenza EU Agricultural Outlook, giunta alla sua ottava edizione.  La conferenza si pone verso l’agricoltura con uno sguardo rivolto al futuro, in un mondo che abbia ormai superato il Covid-19 e che si impegni ad andare avanti. La data designata è quella […]
© twitter

”Storie di Risorgimento #Digitale”, il 6 dicembre la conferenza stampa.

03/12/2021
Si terrà il 6 dicembre la conferenza stampa dedicata alla tematica del risorgimento digitale, promossa dalla Rai.  Sarà dedicata alla tecnologia e all’ambizione da parte dell’Italia, e il desiderio di superare il gap tra il nostro paese e il resto dell’Europa. Diffondere competenze, capacità di base e know-how funzionale, avanzando l’Italia tecnologicamente sia in telematica […]

Water Stories

Water Video Interviste

Caricamento in corso...
Choose your language »