Seleziona Pagina

Una bandiera al Polo Nord per l’istituzione del Santuario artico

En Route to the North Pole

Una bandiera di titanio piantata a quattro km di profondità sul fondo dell’oceano, nel punto più a Nord
del Pianeta. Dopo quasi otto giorni di cammino sui ghiacci artici gli
attivisti di Greenpeace hanno raggiunto il Polo Nord geografico e,
dopo aver praticato un buco nello strato di ghiaccio, hanno calato una
capsula di titanio e vetro sul fondale con la bandiera. Insieme ai
rappresentati delle comunità indigene dell’Artico, con questo gesto
gli attivisti hanno simbolicamente reclamato l’area come patrimonio di
tutta l’umanità, chiedendo l’istituzione di un Santuario Globale per
la protezione dell’Artico.

All’interno della capsula ci sono i quasi tre milioni di nomi di
coloro che, in ogni parte del mondo, hanno firmato per difendere
l’Artico dalle esplorazioni petrolifere e dalla pesca industriale ed
eccessiva. Una telecamera installata sulla capsula ha registrato le
immagini della discesa sul fondale.

Tra i membri della spedizione anche Ezra Miller, attore statunitense
(Io sono infinito) che nel corso della cerimonia ha dichiarato:
«Piantando questa bandiera speriamo di ispirare all’azione i giovani
di tutto il mondo, così come i loro governi, affinché proteggano
l’ultimo paradiso incontaminato del Pianeta. Siamo qui per dire che
quest’area dell’Artico non appartiene né a governi né a
multinazionali, ma è patrimonio comune dell’umanità e che le compagnie
petrolifere non possono metterlo in pericolo».

Save the Arctic Campaigners Plant Flag on Seabed Beneath North Pole

Nell’ultimo anno sono stati moltissimi i personaggi del mondo degli
affari e dello spettacolo a sostenere la campagna Save the Arctic di
Greenpeace, tra questi anche Paul McCartney, Penelope Cruz e Richard
Branson. Recentemente anche l’Arcivescovo Desmond Tutu ha espresso il
suo appoggio per la spedizione, dicendo: «Offro il mio appoggio
incondizionato a questi giovani che sono arrivati fino al Polo in nome
di coloro le cui vite vengono ogni giorno sconvolte dai cambiamenti
climatici.»

Questa spedizione è parte della campagna globale di Greenpeace per
proteggere l’Artico. Approfittando dello scioglimento dei ghiacci
dovuto al cambiamento climatico, compagnie petrolifere senza scrupoli
come Shell, Gazprom e Statoil stanno sviluppando programmi per la
ricerca di petrolio senza preoccuparsi delle conseguenze sul fragile
ecosistema artico.

Circa l'autore

Giorgio Triani

Sociologo, giornalista, consulente d’impresa.

Lascia un commento

DAILY NEWS

Agenda

EMERSIONI: la presentazione a “Non Rassegnamoci”

21/11/2022
Martedì 22 novembre alle 18.30, alla Chiesetta del Parco Trotter (Via mosso 7), ci sarà il terzo appuntamento di Storie, la rassegna letteraria di Municipio 2 curata da Potlatch all’interno della rassegna “Non Rassegnamoci”. Durante l’evento verrà presentata la rivista Emersioni. Emersioni è una rivista digitale e gratuita per parlare di cose difficili dando voce […]

Unapol a Gustus 22 Expo Sapori Mediterranei 

19/11/2022
Unapol – Unione Nazionale Associazioni Produttori Olivicoli sarà presente a Napoli nei giorni 20, 21 e 22 Novembre presso i padiglioni di Gustus 2022, il Salone Professionale dell’Agroalimentare, Enogastronomia e Tecnica che quest’anno giunge alla sua VIII Edizione.   “Gustus rappresenta un evento di rilevanza strategica per il settore agroalimentare e dell’enogastronomia – commenta Tommaso Loiodice, Presidente Unapol – non solo del Sud Italia, ma può e […]

Po fiume d’Europa, Parma capitale italiana delle acque. Mito, Identità, Futuro

16/11/2022
Nell’ambito della ricerca interdisciplinare Po fiume d’Europa, Parma capitale italiana delle acque. Mito | Identità | Futuro, promossa nel 2019 dall’Università di Parma insieme ai quattro Enti di governo del fiume Po e del suo bacino idrografico che hanno sede a Parma –l’Agenzia interregionale per il fiume Po (AIPo), l’Autorità di Bacino distrettuale del fiume Po […]

CAMPIONI D SOSTENIBILITÁ

Raccontiamo storie di imprese, servizi, prodotti, iniziative che amano l’ambiente.
Sono storie di persone che guardano avanti. Che hanno lanciato startup, realizzato imprese di successo o si stanno impegnando in progetti di nuova generazione.

Uomini e donne convinti che un buon business deve essere sostenibile. In grado di promuovere un mondo e una società migliori.

Se ti riconosci in questa comunità e vorresti raccontare la tua storia contattaci.
Saremo onorati e lieti di ascoltarla e farla conoscere.
Contatto veloce:
WhatsApp : 328 6569148

Water Video Interviste

Caricamento in corso...
Choose your language »