Seleziona Pagina

CasaNova, l’eco-quartiere di Bolzano

CasaNova, l’eco-quartiere di Bolzano

 

 

EcoNova di Bolzano

di Valentina Paulmichl

Dopo tre anni dall’inizio dei lavori, Bolzano ha finalmente il suo quartiere eco-solidale, sorto nella periferia ovest a nord del Fiume Isarco. Progettato dall’architetto Siegfried Delueg, vincitore del primo premio del concorso indetto dall’Istituto per l’edilizia sociale (IPES) della Provincia di Bolzano per la realizzazione di un quartiere sostenibile, CasaNova è un complesso abitativo ad alte prestazioni ma a canone accessibile, per un totale di 950 alloggi per circa 3000 persone.

Nato dall’idea di realizzare un concreto esempio di sostenibilità su scala urbana, il nuovo quartiere è stato fortemente voluto dall’amministrazione comunale per espandere e ripopolare la periferia della città senza penalizzare la qualità della vita. CasaNova è un vero e proprio piccolo villaggio ecologico che combina un’attenta pianificazione urbanistica con la creazione di zone verdi. Tutti gli edifici rispondono ai requisiti di CasaClima in classe A, massimizzando la produzione di energia da fonti rinnovabili senza tralasciare la qualità costruttiva.

L’impegno diretto del Comune nella gestione e nella pianificazione, ha permesso la realizzazione di un quartiere modello che risponde ad alti criteri di innovazione e qualità. Risultato di una gara internazionale, la progettazione è stata affidata a un gruppo di lavoro coordinato dall’olandese Frits Van Dongen che ha guidato la costruzione di otto “castelli edilizi”, ognuno dei quali composto da 3-4 edifici realizzati intorno a uno spazio verde comune. Lo sviluppo architettonico e tecnologico dei singoli interventi è stato affidato alla professionalità di progettisti che si sono confrontati durante 6 diversi workshop che si sono svolti a Bolzano nei primi sei mesi della fase di pianificazione.

Dal punto di vista strettamente energetico, CasaNovaè dotato sia un sistema di teleriscaldamento al servizio dell’intero quartiere, sia un sistema limitato ai singoli lotti che sfrutta l’energia solare rinnovabile per il riscaldamento dell’acqua e per l’elettricità. Le acque meteoriche vengono convogliate in apposite vasche di raccolta poste al primo piano interrato, e recuperate per l’irrigazione dei giardini e del tetto verde di cui è provvisto ogni edificio.L’intero sistema garantisce una riduzione dei consumi pari al 65% rispetto ai quartieri tradizionali e non ecosostenibili.

Una sostenibilità che si misura non solo negli alti standard degli edifici, ma anche in termini di mobilità e riduzione del traffico automobilistico grazie alla predisposizione e all’integrazione di percorsi ciclopedonali che collegano il quartiere con la città e alla realizzazione di una linea degli autobus già attiva e di una stazione ferroviaria che collega Bolzano alla città di Merano, la cui inaugurazione è prevista per la fine di quest’anno. Si tratta di una stazione sopraelevata senza alcun tipo di barriera architettonica, con sala d’attesa chiusa e un marciapiede lungo 150 metri. Per questo 2013 sono stati finanziati anche un progetto per la costruzione di un nucleo Alzheimer nella casa di riposo “Don Bosco”, e la realizzazione del polo scolastico con scuola materna e asilo nido al quale, al momento, è dedicato un container provvisorio. Per entrambi i progetti, per cui sono stati investiti circa 12 milioni di euro, l’inaugurazione è prevista entro la fine dell’anno.

Il quartiere è stato riconosciuto a livello nazionale dal Ministero dell’Ambiente come esempio nel campo dell’efficienza energetica e dell’uso di fonti rinnovabili per la riduzione delle emissioni di CO2.

Circa l'autore

Giorgio Triani

Sociologo, giornalista, consulente d’impresa.

Lascia un commento

DAILY NEWS

CAMPIONI D SOSTENIBILITÁ

Raccontiamo storie di imprese, servizi, prodotti, iniziative che amano l’ambiente.
Sono storie di persone che guardano avanti. Che hanno lanciato startup, realizzato imprese di successo o si stanno impegnando in progetti di nuova generazione.

Uomini e donne convinti che un buon business deve essere sostenibile. In grado di promuovere un mondo e una società migliori.

Se ti riconosci in questa comunità e vorresti raccontare la tua storia contattaci.
Saremo onorati e lieti di ascoltarla e farla conoscere.
Contatto veloce:
WhatsApp : 328 6569148

Daily News

Musica per Biorepack con Paolo Fresu

06/08/2022
Berchidda (SS), 6 agosto 2022 – Chi l’ha detto che la musica non possa essere trasformata in una potente opportunità di diffondere le buone pratiche nella raccolta delle bioplastiche insieme a rifiuti organici? Con questo spirito è stata sottoscritta la partnership tra BIOREPACK, consorzio nazionale per il riciclo organico degli imballaggi in bioplastica compostabile e Time […]

Mountain Future Festival

04/08/2022
Il Mountain Future Festival debutta sabato 6 agosto e proseguirà sino al 15-18 settemnbre con  ORME Festival dei sentieri. Il Mountain  è dedicato al futuro della montagna: un laboratorio di idee per riflettere, confrontarsi, per fermarsi un attimo e apprezzare la ricchezza e la bellezza delle alte quote. Luoghi, questi, dalla bellezza infinita, ma allo stesso tempo […]

Sanatech a Bologna Fiere

02/08/2022
Bologna, 1 agosto 2022 – Un salone professionale di filiera, un luogo di incontro e matching del business, un’occasione di aggiornamento e formazione degli operatori, una vetrina per le imprese: questo e molto altro è Sanatech, la Rassegna internazionale della filiera produttiva del biologico e del naturale che torna per la seconda edizione dall’8 all’11 settembre a BolognaFiere. […]

Siccità e sostenibilità

02/08/2022
L’agricoltura tra siccità, materie prime e sostenibilità: il 3 agosto si apre a Lignano Sabbiadoro (UD) Economia sotto l’Ombrellone Il primo incontro della rassegna sui temi di attualità promossa da EoIpso affronta i temi del settore agricolo e zootecnico nella prospettiva di un rafforzamento delle filiere. Inizio alle 18.30,partecipazione libera Potrebbe essere definita la tempesta […]

Batterie a elettroliti solidi riducono impatto climatico

19/07/2022
Roma, 19 luglio 2022 – L’impiego delle batterie allo stato solido consente di ridurre drasticamente l’impronta di carbonio (carbon footprint) degli accumuli utilizzati nei veicoli elettrici con un calo complessivo che potrebbe raggiungere il 39%. Lo rivela uno nuovo studio commissionato da Transport & Environment (T&E) a Minviro, azienda specializzata nell’analisi dei cicli di vita […]

Water Stories

Water Video Interviste

Caricamento in corso...
Choose your language »