Seleziona Pagina

A Chieti, in piazza Valignani: la Fontana della Discordia

A Chieti, in piazza Valignani: la Fontana della Discordia

Chieti p.za valignani

di Davide  Ansovini

Nelle piccole città di provincia, tra una passeggiata lungo il Centro Storico e un caffè al bar, le chiacchiere e pettegolezzi sono sulla bocca di tutti e certe notizie si diffondono in maniera rapida. Anzi rapidisssima e ben  prima che nascessero i social network. Non fa eccezione Chieti, in Abruzzo, dove la costruzione di una fontana in piazza Valignani, all’inizio del Corso principale del Centro, davanti al prestigioso Teatro Marruccino, è diventato un vero e proprio caso da quando uscì la notizia l’estate scorsa fino alla sua realizzazione il 28 novembre 2014

La costruzione di opere paesaggistiche non del tutto utili alla comunità scatena sempre certe proteste, e anche in questo caso non sono mancati i detrattori che lamentavano di quanto i 250 milioni stimati per la realizzazione della fontana e una serie di panchine (denominate Panchine Sofà e Panchine Teate) sparse lungo il Corso potevano essere usati per riparare strade franate ad esempio.

Interessante però notare come oltre ad occupare pagine e pagine dei quotidiani locali per settimane e argomento di conversazione preferito tra i pensionati dal parrucchiere, anche in rete il “Caso Fontana” si è fatto sentire. Oltre agli innumerevoli link che rimandavano ad articoli di siti di news sull’argomento (sempre accompagnati dai commenti arrabbiati degli utenti che li postavano) Facebook è stata la vetrina di dibattito tra decine di cittadini infuriati e il Sindaco stesso, Umberto Di Primio, che nella pagina ufficiale del Comune ha direttamente risposto alle critiche con un lungo post iniziato con un “Leggo delle cose pazzesche…”, dove spiegava che il suo obiettivo è sempre stato quello di dare nuova vita alla bella città teatina. Difficile fare il Sindaco di una città, o meglio grande paese, in cui la voglia di vitalità dei giovani che hanno rinominato Chieti “La città della Camomilla” si scontra con i più anziani, la maggioranza, che si lamentano della confusione che ogni tipo di evento cittadino porta con sé.

chieti p.za Valignani 2Dai post su Facebook ai “comunicati stampa” dell’ex Sindaco storico che tramite un lungo pezzo su un blog ci teneva a far sapere il suo dissenso verso certe scelte il passo è breve. Probabilmente se ci fosse stato un rilevatore locale, anche su Twitter il Trending Topic di Chieti sarebbe stato “Fontana di Piazza Valignani” o il lancio di hashtag tipo #NoFontana. Non troppo lontano dallo slogan che alcuni membri dell’opposizione hanno scelto in una specie di mini protesta davanti al cantiere della fontana lo scorso luglio su striscioni “No alla Fontana…Sì al Pozzo!”. Il riferimento è al pozzo sottostante la piazza che un tempo era la fonte principale di acqua di una città che ha alle spalle una storia millenaria (in effetti ogni volta che si sono fatti dei lavori il sottosuolo chietino ha sempre riportato alla luce oggetti e rovine di epoche anche romane, questa volta è toccato ad un arco e un cunicolo ottocenteschi).

È curioso però notare come alle calorose e quanto mai prima Social proteste si sia sostituita una serena accoglienza nella serata inaugurale della fontana, che ora di giorno fa da rotatoria ai pochi mezzi in transito lungo la piazza che si dirama in sei direzioni (le zone ZTL del Centro Storico sono un’altra recente iniziativa del Sindaco che portò anche allora a non poche lamentele) per diventare la sera, con i suoi giochi di luce e zampilli d’acqua il nuovo sfondo preferito per i selfie dei più o meno giovani.

Insomma anche se ad aiutare le chiacchiere da paese ci si mette ora pure internet, si fa sempre, per citare il grande Shakespeare, molto rumore per nulla.

 

Circa l'autore

Lascia un commento

DAILY NEWS

CAMPIONI D SOSTENIBILITÁ

Raccontiamo storie di imprese, servizi, prodotti, iniziative che amano l’ambiente.
Sono storie di persone che guardano avanti. Che hanno lanciato startup, realizzato imprese di successo o si stanno impegnando in progetti di nuova generazione.

Uomini e donne convinti che un buon business deve essere sostenibile. In grado di promuovere un mondo e una società migliori.

Se ti riconosci in questa comunità e vorresti raccontare la tua storia contattaci.
Saremo onorati e lieti di ascoltarla e farla conoscere.
Contatto veloce:
WhatsApp : 328 6569148

Daily News

Musica per Biorepack con Paolo Fresu

06/08/2022
Berchidda (SS), 6 agosto 2022 – Chi l’ha detto che la musica non possa essere trasformata in una potente opportunità di diffondere le buone pratiche nella raccolta delle bioplastiche insieme a rifiuti organici? Con questo spirito è stata sottoscritta la partnership tra BIOREPACK, consorzio nazionale per il riciclo organico degli imballaggi in bioplastica compostabile e Time […]

Mountain Future Festival

04/08/2022
Il Mountain Future Festival debutta sabato 6 agosto e proseguirà sino al 15-18 settemnbre con  ORME Festival dei sentieri. Il Mountain  è dedicato al futuro della montagna: un laboratorio di idee per riflettere, confrontarsi, per fermarsi un attimo e apprezzare la ricchezza e la bellezza delle alte quote. Luoghi, questi, dalla bellezza infinita, ma allo stesso tempo […]

Sanatech a Bologna Fiere

02/08/2022
Bologna, 1 agosto 2022 – Un salone professionale di filiera, un luogo di incontro e matching del business, un’occasione di aggiornamento e formazione degli operatori, una vetrina per le imprese: questo e molto altro è Sanatech, la Rassegna internazionale della filiera produttiva del biologico e del naturale che torna per la seconda edizione dall’8 all’11 settembre a BolognaFiere. […]

Siccità e sostenibilità

02/08/2022
L’agricoltura tra siccità, materie prime e sostenibilità: il 3 agosto si apre a Lignano Sabbiadoro (UD) Economia sotto l’Ombrellone Il primo incontro della rassegna sui temi di attualità promossa da EoIpso affronta i temi del settore agricolo e zootecnico nella prospettiva di un rafforzamento delle filiere. Inizio alle 18.30,partecipazione libera Potrebbe essere definita la tempesta […]

Batterie a elettroliti solidi riducono impatto climatico

19/07/2022
Roma, 19 luglio 2022 – L’impiego delle batterie allo stato solido consente di ridurre drasticamente l’impronta di carbonio (carbon footprint) degli accumuli utilizzati nei veicoli elettrici con un calo complessivo che potrebbe raggiungere il 39%. Lo rivela uno nuovo studio commissionato da Transport & Environment (T&E) a Minviro, azienda specializzata nell’analisi dei cicli di vita […]

Water Stories

Water Video Interviste

Caricamento in corso...
Choose your language »