Circa 80.000 mila litri di petrolio si sono riversati nell’oceano pacifico, nella zona di Santa Barbara (California). Oltre al problema siccità si aggiunge il disastro ambientale dell’inquinamento, che già si era verificato nel 1969. Il governatore della California, Jerry Borwn ha dichiarato lo stato di emergenza e le autorità locali e federali si sono radunate sul posto per limitare i danni: Una macchia di greggio lunga oltre sei chilometri e larga una cinquantina di metri, secondo quanto riporta il Los Angels Times online, starebbe minacciando le spiagge Goleta Beach e Refugio State Beach.

L’oleodotto che ha provocato il tragico evento è la “Plains All American Pipeline” che nonostante il commento sulle cifre ufficiali, sembra non escludere l’eventualità peggiore di un riversamento di circa 400.000 litri di sostanza.

 

marea nera 2

Huffingtonpost.it

Huffingtonpost.it

Huffingtonpost.it

L’articolo completo su

 

http://www.huffingtonpost.it/2015/05/21/disastro-ambientale-petrolio-santa-barbara-_n_7349680.html?ncid=fcbklnkithpmg00000001