Seleziona Pagina

No pepsy. No Cola. We want drinking water.

No pepsy. No Cola. We want drinking water.

Di Matteo Cultrera

Né Pepsy. Né Coca Cola. Solo acqua potabile. Non è uno slogan nutrizionale, né il parere attento di un medico che si preoccupa di quante zuccheri e calorie “liquide” introduciate seguendo un certo regime alimentare. Si tratta piuttosto della voce di una protesta passata in sordina per la maggior parte dei media tradizionali, ma che ha fatto un certo rumore nel sud dell’India nel 2004 contro Coca Cola Company. 

cccLe accuse mosse dalla popolazione alla multinazionale riguardavano la negligenza dell’azienda nello sfruttare indiscriminatamente le risorse del regime idrico indiano, povero già di per se, necessarie per la produzione in bottiglia dell’omonima bevanda, come anche l’ assenza di politiche ambientali attente in merito a sostenibilità dell’acqua. 

“Per ogni litro di bevanda alcolica che l’azienda produce occorrono tre litri di acqua potabile.”

Così l’India ha richiesto quarantasette milioni di dollari di risarcimento a Coca Cola per il presunto danno ambientale, costringendola nel 2005 a chiudere uno dei più grandi stabilimenti produttivi in loco.

ssUn potere incontrollato, percepito spesso come pericoloso dalle popolazioni locali, quello che un ente governativo o una multinazionale possono avere quando si insediano in un paese in via di sviluppo. Eppure colossi aziendali come Coca Cola lavorano sodo per guadagnare e mantenere il rispetto e la fiducia dei loro clienti, anche in India, certo non necessariamente per filantropia umana, ma perché è nel loro interesse farlo. Per questo motivo dopo gli incidenti in India Coca Cola ha rivisto la sua politica sulla sostenibilità dell’acqua spingendo Muhtar Kent, amministratore delegato di Coca Cola, ad affermare che tra le intenzioni di Coca Cola c’è l’obbiettivo di rendere l’azienda “water neutral” entro il 2020, restituendo ogni litro di acqua usato per la produzione della bibita. Manterranno davvero la promessa fatta? Vedremo.

 Foto in copertina: Taylor Swayze

Circa l'autore

Lascia un commento

Daily News

CAMPIONI D SOSTENIBILITÁ

Raccontiamo storie di imprese, servizi, prodotti, iniziative che amano l’ambiente.
Sono storie di persone che guardano avanti. Che hanno lanciato startup, realizzato imprese di successo o si stanno impegnando in progetti di nuova generazione.

Uomini e donne convinti che un buon business deve essere sostenibile. In grado di promuovere un mondo e una società migliori.

Se ti riconosci in questa comunità e vorresti raccontare la tua storia contattaci.
Saremo onorati e lieti di ascoltarla e farla conoscere.
Contatto veloce:
WhatsApp : 328 6569148

Agenda

BergamoScienza

15/10: festival BergamoScienza, anche in streaming

13/10/2021
Tom Battin è una delle massime personalità del mondo della zoologia. Docente di scienze ambientali a Losanna, presso l’Ecole Polytechnique Fédérale, è inoltre molto impegnato socialmente e si impegna per diffondere informazione su questioni di primo piano su questioni di ambientalismo – di cui l’ultima è quella dello scioglimento dei ghiacci e del riscaldamento globale.  Presto […]
Green in Parma

14/10: Green In Parma

12/10/2021
14 ottobre: è la data scelta per la conferenza di lancio del progetto Green In Parma, promosso da alcune delle massime associazioni di impegno Green in tutta Italia. Nomi come WWF e Legambiente, tra i primi a venire in mente quando si pensa all’impegno ambientalista. Ma anche associazioni meno meno blasonate, seppur altrettanto valide nel […]
VITRUM è dedicata al vetro

5-8 ottobre: manifestazione VITRUM

07/10/2021
La manifestazione biennale VITRUM, dedicata al vetro e alla tecnologia relativa alla sua produzione, è appena arrivato alla sua ventiduesima edizione. Iniziato dal 5 ottobre e destinato a proseguire fino all’8, esso presenterà tecnici, vetrai professionisti, ma anche semplici curiosi: tutto a Fieramilano Rho, a Milano.  Il sottotitolo dell’esibizione è “Where Glass Technology comes alive”, […]

Water Stories

Water Video Interviste

Caricamento in corso...
Choose your language »