Seleziona Pagina

La Valle d’Aosta nelle foto di Steve McCurry

La Valle d’Aosta nelle foto di Steve McCurry

I dieci scatti realizzati sulle montagne della Valle d’Aosta dal fotografo statunitense Steve McCurry, raccolti nella mostra “Steve McCurry Mountain Men”, resteranno in Italia.

L’esposizione fotografica ospitata dal Forte di Bard è stata inaugurata il 28 maggio 2017 e si è conclusa poche settimane fa.

“Si tratta di uno sguardo sulle culture di montagna, sulle regioni di montagna in tutto il mondo” riferisce McCurry nel video di presentazione della mostra.

Le pareti del Forte hanno accolto una selezione di settantasette scatti scelti tra gli archivi del fotografo. Paesaggi, ritratti e scene di vita quotidiana sono state catturate in Tibet, Nepal, Myanmar, Kashmir, Slovenia, Yemen, Afghanistan, India, Brasile, Etiopia, Filippine, Marocco, Pakistan.

Agli scatti realizzati in quattro continenti si aggiungono le dieci fotografie inedite realizzate in una campagna condotta in tre periodi di scouting e shooting tra il 2015 e il 2016 da McCurry tra Monte Bianco, Cervino, Gran Paradiso e Monte Rosa. Ritraggono le specifiche antropologiche delle popolazioni che li vivono, i legami e le interazioni fra gli uomini e la terra in aree non pianeggianti.

In concomitanza all’allestimento della mostra il Forte di Bard ha deciso di pubblicare, in collaborazione con la casa editrice Hoepli, un cofanetto contenente una selezione di cinquanta cartoline estratte tra quelle esposte durante la mostra.

Tra ‘Monaci in preghiera presso la Roccia di Kiakito’ realizzato in Birmania e “Un minatore fuma una sigaretta a Pol-e-Komri’ immortalato in Afghanistan, spiccano le ‘Donne Valdostane durante la vendemmia’.

Al termine della mostra, che si è conclusa il 26 novembre, il presidente del Forte di Bard Pierluigi Marquis, ha comunicato che le dieci fotografie realizzate tra le montagne valdostane resteranno nel patrimonio del Forte in esposizione permanente.

 

Cinzia Di Salvo

Circa l'autore

Lascia un commento

DAILY NEWS

Agenda

EMERSIONI: la presentazione a “Non Rassegnamoci”

21/11/2022
Martedì 22 novembre alle 18.30, alla Chiesetta del Parco Trotter (Via mosso 7), ci sarà il terzo appuntamento di Storie, la rassegna letteraria di Municipio 2 curata da Potlatch all’interno della rassegna “Non Rassegnamoci”. Durante l’evento verrà presentata la rivista Emersioni. Emersioni è una rivista digitale e gratuita per parlare di cose difficili dando voce […]

Unapol a Gustus 22 Expo Sapori Mediterranei 

19/11/2022
Unapol – Unione Nazionale Associazioni Produttori Olivicoli sarà presente a Napoli nei giorni 20, 21 e 22 Novembre presso i padiglioni di Gustus 2022, il Salone Professionale dell’Agroalimentare, Enogastronomia e Tecnica che quest’anno giunge alla sua VIII Edizione.   “Gustus rappresenta un evento di rilevanza strategica per il settore agroalimentare e dell’enogastronomia – commenta Tommaso Loiodice, Presidente Unapol – non solo del Sud Italia, ma può e […]

Po fiume d’Europa, Parma capitale italiana delle acque. Mito, Identità, Futuro

16/11/2022
Nell’ambito della ricerca interdisciplinare Po fiume d’Europa, Parma capitale italiana delle acque. Mito | Identità | Futuro, promossa nel 2019 dall’Università di Parma insieme ai quattro Enti di governo del fiume Po e del suo bacino idrografico che hanno sede a Parma –l’Agenzia interregionale per il fiume Po (AIPo), l’Autorità di Bacino distrettuale del fiume Po […]

CAMPIONI D SOSTENIBILITÁ

Raccontiamo storie di imprese, servizi, prodotti, iniziative che amano l’ambiente.
Sono storie di persone che guardano avanti. Che hanno lanciato startup, realizzato imprese di successo o si stanno impegnando in progetti di nuova generazione.

Uomini e donne convinti che un buon business deve essere sostenibile. In grado di promuovere un mondo e una società migliori.

Se ti riconosci in questa comunità e vorresti raccontare la tua storia contattaci.
Saremo onorati e lieti di ascoltarla e farla conoscere.
Contatto veloce:
WhatsApp : 328 6569148

Water Video Interviste

Caricamento in corso...
Choose your language »