Seleziona Pagina

Fossa delle Marianne inquinata. Ritrovata busta di plastica a 10mila metri sotto il livello del mare

Fossa delle Marianne inquinata. Ritrovata busta di plastica a 10mila metri sotto il livello del mare

Dove non arriva fisicamente l’essere umano, al suo posto arriva la plastica.
Nella più profonda depressione oceanica del Pianeta è stata ritrovata un busta di plastica. La scoperta, a circa 11 mila metri sotto il livello del mare, nell’Oceano Pacifico, è stata fatta dalla Japan Agency for Marine-Earth Science and Technology in Yokosuka.
Dove ci si aspetterebbe di ritrovare nuove e affascinanti specie marine si pesca invece una comunissima busta.

Busta che ha ottenuto il record per essere la più “profonda” del pianeta. Ma che, più tristemente, è il simbolo lampante di come le attività umane stiano intaccando in maniera irreversibile l’ecosistema degli oceani. Una scoperta sconcertante e allarmante: nemmeno le aree degli oceani più profonde e inaccessibili sono dunque immuni dall’inquinamento da plastica.

Numerosi team internazionali che lavorano in tutto il mondo in oltre 5.000 immersioni separate e utilizzando veicoli remoti in acque profonde, hanno aiutato a studiare i fondali oceanici per scoprire cosa c’è sotto. Oltre un terzo dei detriti trovati era micro-plastica, con l’89 per cento di prodotti monouso.

Il paradosso è evidente: qualche minuto di utilizzo di un prodotto, al costo dell’irreversibile inquinamento dei mari.

Inoltre, è da ricordare il tragico impatto che questi sprechi stanno avendo sulla stessa vita marina, con le balene che si vedono morire a causa dei livelli tossici dell’inquinamento legato alla plastica.

Purtroppo, questa contaminazione è destinata ad aumentare visto che la produzione di plastica a livello mondiale continuerà a crescere vertiginosamente nei prossimi anni (secondo le previsioni la produzione sarà quadruplicata entro il 2050).

Circa l'autore

Lascia un commento

DAILY NEWS

Agenda

Italia: vai con l’drogeno. Sfida da vincere

06/12/2022
  Roma, 6 dicembre 2022 – “Sembrerebbe, finalmente, essere arrivata la grande rivoluzione dell’idrogeno per il nostro Paese”. È quanto ha affermato il Prof. Marco Mele, economista dell’università Unicusano di Roma, intervenuto ad una nota emittente statunitense pochi giorni fa. “Per il nostro Paese è la più grande scommessa dei prossimi 15 anni, ed è la chiave per […]

La denuncia di Green Impact.

06/12/2022
  Roma, 6 dicembre 2022 – Paradosso biodiversità. Mentre i leader mondiali si riuniscono a Montreal per la COP 15 sulla biodiversità per discutere su come arrestarne il drammatico declino e ridurre la perdita di specie ed ecosistemi, l’UE, Italia compresa, continua a sovvenzionare la biomassa forestale a fini energetici distruggendo così foreste, habitat, piante […]

EMERSIONI: la presentazione a “Non Rassegnamoci”

21/11/2022
Martedì 22 novembre alle 18.30, alla Chiesetta del Parco Trotter (Via mosso 7), ci sarà il terzo appuntamento di Storie, la rassegna letteraria di Municipio 2 curata da Potlatch all’interno della rassegna “Non Rassegnamoci”. Durante l’evento verrà presentata la rivista Emersioni. Emersioni è una rivista digitale e gratuita per parlare di cose difficili dando voce […]

CAMPIONI D SOSTENIBILITÁ

Raccontiamo storie di imprese, servizi, prodotti, iniziative che amano l’ambiente.
Sono storie di persone che guardano avanti. Che hanno lanciato startup, realizzato imprese di successo o si stanno impegnando in progetti di nuova generazione.

Uomini e donne convinti che un buon business deve essere sostenibile. In grado di promuovere un mondo e una società migliori.

Se ti riconosci in questa comunità e vorresti raccontare la tua storia contattaci.
Saremo onorati e lieti di ascoltarla e farla conoscere.
Contatto veloce:
WhatsApp : 328 6569148

Water Video Interviste

Caricamento in corso...
Choose your language »