Seleziona Pagina

adotta un tulipano

adotta un tulipano

di Rita Gaviano

A prima vista potrebbe sembrare il parco olandese di Keukenhof situato nei pressi della città di Lisse, appena fuori Amsterdam, ma se guardiamo con più attenzione la vegetazione circostante ci si rende conto che la macchia mediterranea fa da sfondo a questo tripudio di tulipani sui toni del rosa.

Questa non è l’Olanda, è la Sardegna.

Da qualche anno il comune di Turri (SU), un paese di circa 400 abitanti, a metà strada tra Cagliari e Oristano, nel cuore della Marmilla, dedica a questo fiore un evento unico nel più grande vivaio a cielo aperto di tutta l’isola: “Tulipani in Sardegna”.

Il parco ospita circa trecentomila tulipani, il doppio rispetto alla scorsa stagione.

Come funziona l’evento?

Il biglietto d’ingresso dal costo di 7 euro (i bambini fino a 12 anni e i disabili possono entrare gratuitamente) comprende un vaso con tre bulbi di tulipano e la possibilità di trattenersi senza limite d’orario.

All’entrata del parco, sito in via San Elia 9,  si viene forniti di un cestino dov’ è possibile porre i tulipani colti nelle aree consentite.

Ogni tulipano ha il costo di 1,50 euro e non c’è un numero limite.

All’interno sono presenti aree espositive e ornamentali per permettere a tutti i visitatori di godere della bellezza e dei colori delle diverse specie di tulipano piantate.

L’edizione di quest’anno ha aperto i battenti un po’ in anticipo rispetto agli anni passati, il 29 febbraio 2020 e si è concluso, ahimè, troppo presto.

Il 13 marzo è arrivata la conferma ufficiale da parte dello staff del parco:

“Considerata l’emergenza coronavirus e le limitazioni delle disposizioni di legge, Hobbyflor, organizzatore di Tulipani in Sardegna si vede costretta ad annullare l’edizione 2020. Tutelare tutte le persone coinvolte, dai visitatori ai dipendenti, è assolutamente necessario e doveroso. Ci uniamo agli appelli di questi giorni relativi allo stare in casa. È un grande dispiacere nonché un enorme danno economico per la nostra piccola azienda, ma non possiamo fare altrimenti”.

A seguito dell’annullamento dell’evento, l’organizzatore ha lanciato l’iniziativa “Adotta un tulipano” , una richiesta d’aiuto dell’azienda promotrice che nell’ambito della manifestazione ha sostenuto importanti investimenti e che ora versa in uno stato di estrema necessità. Sostenerlo è fondamentale per poter garantire la continuità aziendale e salvaguardare sia i dipendenti che il parco.

In cosa consiste l’iniziativa?

“Adotta un tulipano” prevede la consegna di un vaso di fiori con il biglietto di ingresso per il Parco valido per l’edizione 2020 (qualora l’emergenza Coronavirus finisse prima della sfioritura dei tulipani) o per altre manifestazioni organizzate nel parco o ancora per la prossima edizione di “Tulipani in Sardegna” 2021.

Vaso e Biglietto potranno essere ritirati presso l’azienda Hobbyflor a Turri una volta terminati i limiti previsti per l’emergenza Coronavirus.

L’iniziativa ha preso piede sabato 14 marzo dalle ore 9 e si concluderà domenica 5 aprile alle ore 18; il contributo per adottare un tulipano è di 8,60 euro.

Per saperne di più vi invitiamo ad andare sulla pagina a essa dedicata: https://adottauntulipano.eventbrite.it

Per rimanere sempre aggiornati sugli eventi del parco consultate il sito ufficiale: https://tulipaniinsardegna.com/ e le pagine social quali facebook https://www.facebook.com/tulipanisardegnaturri/ e instagram @tulipaniinsardegna

Circa l'autore

Lascia un commento

Water Sponsor

Water Stories

Water Video

Caricamento in corso...

Water Natura

Membro della Internet Defense League

UA-116066244-1