Seleziona Pagina

QUANDO IL VERO SPETTACOLO è La natura: I VIP CHE AIUTANO IL NOSTRO PIANETA

QUANDO IL VERO SPETTACOLO è La natura: I VIP CHE AIUTANO IL NOSTRO PIANETA

di Emanuela Strini

Siamo nell’era degli influencer, personaggi principalmente del mondo dello spettacolo, che “influenzano” i nostri comportamenti da indurci ad acquistare o a fare determinate scelte di vita.

In pochi forse sanno che alcuni VIP hanno a cuore il nostro pianeta e, sui propri profili social, promuovono una vita eco-friendly.

Discorso di Leonardo DiCaprio agli Oscar

Leonardo DiCaprio, durante l’88esima edizione degli Oscar dove ha vinto la famosa statuetta, ha ritagliato uno spazio all’interno del suo discorso parlando della questione ambientale, argomento a lui molto a cuore: “Il cambiamento climatico è reale. Sta accadendo in questo momento. È la minaccia più urgente per tutta la nostra specie, e abbiamo bisogno di lavorare collettivamente insieme e smettere di rimandare. (…) Cerchiamo di non dare questo pianeta per scontato. Non prendo questa sera per scontata”.

Ha inoltre investito su Kingo, azienda del Guatemala che fornisce elettricità alle famiglie bisognose del paese. “L’energia solare è la chiave per un futuro senza combustibili fossili e la tecnologia di Kingo aiuterà a consentire un ampio uso di energia pulita in tutto il mondo in via di sviluppo”, ha affermato DiCaprio.

La famosa stilista Stella McCartney si è mossa per adottare strategie sostenibili impattando meno sull’ambiente. Il suo brand “State of fashion 2018” ha voluto essere un monito per rendere il settore più rispettoso nei confronti del nostro ambiente.  In una importante intervista rilasciata su Vogue ha affermato: “Crediamo sia nostro dovere usare la nostra voce e la nostra piattaforma per spostare l’attenzione su temi fondamentali e per condividere i nostri progressi. Anche se abbiamo fatto notevoli passi avanti negli ultimi dieci anni, sappiamo che c’è ancora molto da fare. Siamo rinvigoriti e speriamo che altri nell’industria – e nel mondo – si uniranno a noi spingendo per un mondo più luminoso.”

Cate Blanchett è un’ambasciatrice dell’Australian Conservation Foundation per la lotta contro l’inquinamento e per la salvaguardia delle forme di vita. Con SolarAid – organizzazione non governativa- lotta per il cambiamento climatico. Insieme al marito Andrew Upon è riuscita a fare installare pannelli solari sul The Wharf, il teatro di Sidney, i quali ora producono il 70% dell’elettricità per gestire la struttura.

Valeria Golino ha esortato le case di moda ad adottare scelte più sostenibili sostenendo la campagna “The Fashion Duel”, con la quale Greenpeace denunciò la presenza di sostanze tossiche negli indumenti e accessori. Il video denuncia nel 2011 ha portato diverse aziende produttrici di moda a compiere scelte nel rispetto del nostro ambiente.

“L’accesso all’acqua è l’accesso all’istruzione, l’accesso al lavoro, l’accesso – soprattutto – al tipo di futuro che noi vogliamo per le nostre famiglie e per tutti i membri del mondo”

Matt DAMON

Matt Damon, con l’associazione Water.org, si impegna a far abbassare il numero di persone che non hanno la possibilità di accedere all’acqua potabile, un numero significativamente alto che nel 2017 era 783 milioni.

Su Elle.com, Matt Demon ha spiegato: “Water.org ha garantito a più di 25 milioni di persone l’accesso all’acqua potabile e agli impianti igienici, ma non abbiamo intenzione di fermarci. Il nostro obiettivo è quello di continuare a finanziare progetti di questo tipo per un numero sempre maggiore di persone. Ci siamo dati un obiettivo globale ambizioso per il 2030: acqua potabile e impianti sanitari in tutto il mondo.”

Shailene Woodley, attrice della saga Divergent, collabora invece con la Conservation Inernational che si sta muovendo per l’ampliamento delle zone protette degli oceani. Shailene ha dichiarato che se fosse il presidente della Terra promuoverebbe una legge per insegnare il concetto di empatia ai bambini, poiché i danni che stiamo infliggendo al nostro pianeta è causato dallo scarso rispetto che abbiamo l’uno verso l’altro. “I nostri mari sono in guai profondi e seri: ospitano un ecosistema straordinariamente diversificato di vita marina e sono cruciali per il benessere di quelli terrestri, ma rischiano di diventare come il far west: un luogo che governi e corporazioni potrebbero saccheggiare a loro piacimento”, ha dichiarato.

Il figlio dell’attore Will Smith, Jaden Smith, ha scelto di finanziare un progetto per la salvezza del fiume Flint nel Michigan. Ha creato una fondazione benefica – la Just Goods Company – per aiutare un territorio in evidente difficoltà. Ha inoltre finanziato un progetto, chiamato The Water Box, per ridurre la presenza di piombo nel fiume Flint,

L’attrice Cameron Diaz ha realizzato un documentario per Mtv intitolato “Trippin” per sensibilizzare gli spettatori sulla fauna e sull’ambiente. Forte sostenitrice del riciclo e dell’abbassamento dei consumi per contrastare il riscaldamento globale, possiede anche un’auto ibrida.

Zac Efron è un cantante, attore e produttore che ha sposato gli ideali di Earth Day, una rete ambientalista che spinge a proteggere il nostro habitat. Si è attivato per una campagna dal nome Great Global Cleanup con l’obiettivo di pulire le spiagge degli Stati Uniti e del mondo.

Durante i suoi viaggi come ambasciatore per l’ambiente, ha constatato come il clima sia cambiato, bottiglie di plastica che raggiungono i nostri mari, spazzatura abbandonata. Per lui è importante intervenire sulla riforestazione, protezione della biodiversità e riduzione della plastica. “È bellissimo comunque vedere quante persone al mondo di diverse età agiscano per dare il proprio contributo aiutando ciò che ci circonda”, spiega Zac Efron.

Non solo post sponsorizzati si trovano nei profili social delle Star, ma possiamo trovare anche foto e video degli attuali problemi che affliggono il nostro pianeta al fine di indirizzarci a un comportamento responsabile.

Circa l'autore

Lascia un commento

Water Sponsor

Water Stories

Water Video

Caricamento in corso...

Water Natura

Membro della Internet Defense League

UA-116066244-1