Seleziona Pagina

IL BORGO DI SCILLA: “LA PICCOLA VENEZIA”

IL BORGO DI SCILLA: “LA PICCOLA VENEZIA”

di Giorgio Campisi

Scilla è un piccolo comune situato in provincia di Reggio Calabria, uno dei borghi più caratteristici e graziosi di tutta Italia. La zona più suggestiva del piccolo comune reggino è senza dubbio Chianalea, denominata anche “piccola Venezia” per la sua posizione, a due passi dal mare. Il centro del più antico borgo di Scilla è animato da case che si affacciano direttamente sul mare e suddivise da vicoli stretti e scalette ripide. Secondo la leggenda, l’antico centro di Chianalea sarebbe stato fondato dagli esuli troiani che avrebbero costituito il primo nucleo abitato proprio sotto la rupe. Oggi il borgo è un luogo dove si respira un’atmosfera magica e che merita senza dubbio una visita.

Nel vecchio borgo di Chianalea di Scilla tutto sembra rimasto fermo nel tempo, scolpito in un’atmosfera pittoresca fatta di piccoli e piacevoli momenti tutti da assaporare. Passeggiando per le strette stradine del centro si possono ammirare alcuni scorci davvero splendidi e si può respirare l’aria e il profumo portati dalla brezza del mare.

Questo antico e suggestivo borgo oggi è caratterizzato da turisti e viaggiatori, ma la pesca rimane nonostante tutto l’attività di sostentamento principale. Piatto forte del borgo è il pescespada, cucinato secondo la tradizionale dieta mediterranea e del borgo: al forno, in padella o nel sugo dei maccheroni.
Ad agosto immancabile è l’appuntamento con la sagra del Pescespada, dedicata non solo alla cucina ma anche al recupero delle vecchie tradizioni. Tra i prodotti di Chianalea di Scilla ci sono anche alcune eccellenze come il vino ottenuto dalle uve zibibbo e i limoni di qualità ‘verdello’. Per raggiungere Scilla gli aeroporti più vicini sono quelli di Reggio Calabria e Lamezia Terme.

Il borgo non è servito dalla linea ferroviaria. Le stazioni più vicini sono quelle di Scilla, Villa San Giovanni e Reggio Calabria. Prima di abbandonare questo incantevole borgo non si può non visitare il Castello Ruffo, costituito per scopi militari e riadattato a residenza dal conte Paolo Ruffo che nel 1532 subentrò ai precedenti signori. Oggi il castello sovrasta la città, permettendo ai visitatori di godersi il panorama facendo spaziare lo sguardo fino alle coste siciliane e alle isole Eolie. Inoltre alcune aree del castello sono state adibite per ospitare mostre e convegni.

Circa l'autore

Lascia un commento

Water Sponsor

Water Stories

Water Video

Caricamento in corso...

Water Natura

Membro della Internet Defense League

UA-116066244-1