Seleziona Pagina

Report UNICEF stress idrico 9 bambini su10

Report UNICEF stress idrico 9 bambini su10

25 agosto 2021 – Quasi 9 bambini su 10 in Medio Oriente e Nord Africa vivono in aree a stress idrico alto o estremamente alto, il che comporta serie conseguenze per la loro salute, nutrizione, sviluppo cognitivo e mezzi di sostentamento futuri. La regione è quella con la maggiore scarsità d’acqua nel mondo. Dei 17 paesi nel mondo a maggiore stress idrico, 11 si trovano nella regione del Medio Oriente e Nord Africa. Secondo un nuovo rapporto dell’UNICEF “Runing Dry: the impact of water scarcity on children in the Middle East and North Africa” (“Prosciugandosi: l’impatto della scarsità idrica sui bambini in Medio Oriente e Nord Africa”) circa 66 milioni di persone nella regione non hanno servizi igienici di base e una percentuale estremamente bassa di acque reflue viene trattata adeguatamente.

Il rapporto, pubblicato in occasione della Settimana Mondiale dell’Acqua, sottolinea i fattori fondamentali che sono dietro alla scarsità idrica nella regione, fra cui una domanda agricola in crescita e l’aumento delle terre irrigate utilizzando le falde acquifere. Mentre a livello globale l’agricoltura rappresenta circa il 70% dell’utilizzo idrico, questa percentuale nella regione del Medio Oriente e Nord Africa è di oltre l’80%. Ulteriori fattori che contribuiscono alla scarsità idrica: il conflitto, soprattutto in Siria, Yemen e Sudan; la migrazione della popolazione da aree rurali ad aree urbane; la crescita della popolazione; una scarsa gestione dell’acqua; infrastrutture idriche in deteriorazione e problemi di governance.

“La scarsità idrica sta avendo un profondo impatto sui bambini e le famiglie, a partire dalla loro salute e nutrizione. La scarsità d’acqua sta diventando anche sempre più causa di conflitti e sfollamenti”, ha dichiarato Bertrand Bainvel, Vicedirettore regionale dell’UNICEF per il Medio Oriente e il Nord Africa. “In questo contesto, è sempre più inaccettabile che coloro che combattono in conflitti colpiscano le infrastrutture idriche. Gli attacchi alle infrastrutture idriche devono terminare”, ha aggiunto.

I conflitti e l’instabilità politica ed economica della regione hanno aumentato la domanda di fonti d’acqua di emergenza, come il trasporto, che aggravano ulteriormente l’esaurimento delle falde acquifere.

Anche se non è l’unica ragione della scarsità d’acqua, il cambiamento climatico provoca minore pioggia per l’agricoltura e il deterioramento della qualità delle riserve d’acqua dolce a causa del trasferimento di acqua salata nelle falde acquifere d’acqua dolce e l’aumento delle concentrazioni di inquinamento.

“In molti paesi della regione, i bambini sono sempre più costretti a percorrere lunghe distanze a piedi solo per andare a prendere l’acqua, invece di passare quel tempo a scuola o con i loro amici a giocare e imparare”, ha dichiarato Chris Cormency, consulente regionale dell’UNICEF per l’acqua e i servizi igienico-sanitari in Medio Oriente e Nord Africa.

L’UNICEF continuerà a sostenere i partner locali, i governi, la società civile e il settore privato per affrontare la vulnerabilità delle risorse idriche in Medio Oriente e Nord Africa, anche per:

· preservare il diritto umano individuale all’accesso a servizi idrici e igienici, senza che venga compromesso da altri utilizzi dell’acqua o minacciato dall’uso delle infrastrutture idriche come target in contesti di conflitto;

· creare un ambiente solido e favorevole con una forte politica nazionale e sistemi di regolamentazione che affrontino la scarsità idrica, compresa l’eccessiva estrazione delle falde acquifere, la gestione dell’acqua e l’analisi dei dati.

· lavorare con la società civile, soprattutto coi giovani in quanto agenti di cambiamento, sul valore dell’acqua e della sua conservazione;

· avviare piani di risposta al cambiamento climatico, considerando la scarsità d’acqua come componente prioritaria e allocando un budget sufficiente a livello nazionale per rispondere alla scarsità d’acqua;

· creare gruppi di coordinamento tra i ministeri chiave (per esempio acqua, agricoltura e finanza) e operatori del settore per supportare revisioni politiche e aumentare le capacità tecniche;

· sostenere lo sviluppo delle capacità dei principali operatori del settore idrico, compresi gli organismi di regolamentazione, gli operatori del settore privato e i servizi idrici nazionali per migliorare le infrastrutture obsolete, sviluppare un funzionamento sostenibile e ridurre lo spreco d’acqua.

Circa l'autore

Lascia un commento

DAILY NEWS

Agenda

Piani di Sicurezza dell’acqua: il convegno a Pisa e il progetto di Acque

04/02/2023
PIANI DI SICUREZZA DELL’ACQUA: VERSO LA COPERTURA TOTALE DEL SERVIZIO IL PROGETTO DI ACQUE PER UNA RISORSA IDRICA ANCORA PIÙ SICURA Analisi calibrate sulle caratteristiche dell’acqua del territorio. Il punto durante il convegno a Pisa che ha visto la partecipazione di numerosi esperti del settore. Prima la sperimentazione su uno dei sistemi acquedottistici del territorio. […]

Bofrost: obiettivo neutralità climatica entro il 2035

04/02/2023
«La priorità è ridurre i consumi energetici» La più grande azienda italiana della vendita a domicilio di alimentari surgelati e freschi annuncia l’impegno a centrare il goal fissato dal gruppo internazionale Bofrost. Installati 21 impianti fotovoltaici tra sede e filiali, innovazione nella refrigerazione con gli impianti a CO2, riduzione dei consumi della flotta e rivoluzione […]

TICKETSMS PIANTA LA SUA PRIMA FORESTA

03/02/2023
  TicketSms si era data un obiettivo fin dalla sua fondazione: eliminare la carta dal mondo del ticketing sfruttando al meglio gli strumenti digitali. Basta con costosi (e inquinanti) biglietti con loghi e sigilli, basta spedizioni di certificati di ingresso via corriere. La scelta dell’azienda è stata fin dall’inizio paperless: i ticket si possono tranquillamente comprare […]

CAMPIONI D SOSTENIBILITÁ

Raccontiamo storie di imprese, servizi, prodotti, iniziative che amano l’ambiente.
Sono storie di persone che guardano avanti. Che hanno lanciato startup, realizzato imprese di successo o si stanno impegnando in progetti di nuova generazione.

Uomini e donne convinti che un buon business deve essere sostenibile. In grado di promuovere un mondo e una società migliori.

Se ti riconosci in questa comunità e vorresti raccontare la tua storia contattaci.
Saremo onorati e lieti di ascoltarla e farla conoscere.
Contatto veloce:
WhatsApp : 328 6569148

Water Video Interviste

Caricamento in corso...
Choose your language »