Seleziona Pagina

Con le radici sospese. La coltivazione aeroponica

Con le radici sospese. La coltivazione aeroponica

di Nicodemo Bresciani

La popolazione mondiale è in forte espansione, e la terra arabile viene consumata ad un ritmo vertiginoso.

L’agricoltura del futuro potrebbe allora riservarci orti sospesi con radici che crescono in aria. Una delle tecnologie più innovative in campo agrario è infatti la coltivazione aeroponica. Queste colture crescono fuori dal terreno: l’aeroponica conta infatti sull’assenza non solo di terra, ma anche di acqua.

Le piante vengono coltivate in un sistema che le mantiene sospese e le radici vengono irrorate direttamente con una soluzione nebulizzata di acqua, sali e principi nutritivi.

I vantaggi rispetto all’agricoltura classica sono enormi. Oltre a non sprecare terreno, l’aeroponica permette di risparmiare oltre il 95% di acqua rispetto a colture tradizionali. «Ricevendo i nutrienti direttamente sulle radici e non essendo sottoposte a pesticidi, le piante non necessitano nemmeno di essere lavate. Ciò rappresenta un ulteriore beneficio, in quanto il lavaggio industriale viene spesso effettuato con prodotti aggressivi dal punto di vista chimico», spiega Daniele Modesto, amministratore delegato di Zero, azienda specializzata specializzata nel vertical farming. Questa tecnologia, inoltre, utilizza fonti rigorosamente rinnovabili.

Agricoltura a cm 0

L’aumento della popolazione globale, la progressiva desertificazione e la sempre minor disponibilità di terreni coltivabili pongono un problema: fornire cibo sufficiente per tutti. «Senza ulteriori sforzi, l’obiettivo di porre fine alla fame entro il 2030 non sarà raggiunto», avverte un rapporto della FAO. La coltivazione aeroponica può rappresentare una risposta valida.

Oltre all’ingente risparmio di terreni e acqua, essa rappresenta un risparmio anche sui trasporti, garantendo la crescita di grandi quantità di piante anche in ambienti urbani. Ogni supermercato potrebbe avere il suo orto nel cuore della città o della periferia.

Se l’Italia, con la sua straordinaria ricchezza in termini di territorio e con il suo clima estremamente favorevole per un’agricoltura di altissima qualità, potrebbe non essere interessata direttamente a questo tipo di tecnologie, molte altre parti del mondo non sono così fortunate. Luoghi come Israele o l’Olanda, dove i terreni sono pochi, o numerosi stati africani in cui c’è assoluta penuria di acqua, nonché territori che non dispongono di luce solare costante come l’Islanda, possono trarre enormi vantaggi dalla coltura aeroponica. È un modello favorevole soprattutto in quei luoghi in cui non è possibile produrre in maniera tradizionale.

Il futuro del suolo

La coltura aeroponica rappresenta un passo in avanti verso il futuro dell’agricoltura sostenibile.

La sfida attuale di questa tecnologia è essere più accessibile. La materia prima, l’elettricità rinnovabile, è ancora molto costosa: questo la rende una metodologia usufruibile da realtà privilegiate. L’aeroponica, inoltre, non è ancora adatta a cicli colturali lunghi a causa dell’eccessiva crescita delle radici. Si tratta comunque di un’innovazione che merita attenzione proprio per i problemi che è in grado di risolvere.

L’aeroponica può anche portare ad un rapporto più consapevole col cibo e con gli ambienti urbani. Inoltre, territori che vivono crisi sempre più profonde a causa dei cambiamenti climatici sono in costante aumento. Eventi di questo genere cominciano a presentarsi anche in Italia: è il caso, ad esempio, dell’Emilia-Romagna, dove quest’anno la raccolta di pere e susine è calata del 70% e quella delle pesche del 50%.

Queste tecnologie innovative saranno sempre più indispensabili. L’intero mondo dell’agricoltura sembra destinato a cambiare in futuro, per garantire la produzione di cibo su terreni colpiti da un clima più secco e da sempre più numerosi eventi estremi.

 

Qui sono disponibili ulteriori articoli su metodologie di agricoltura sostenibili ed innovative.

Circa l'autore

Lascia un commento

Daily News

CAMPIONI D SOSTENIBILITÁ

Raccontiamo storie di imprese, servizi, prodotti, iniziative che amano l’ambiente.
Sono storie di persone che guardano avanti. Che hanno lanciato startup, realizzato imprese di successo o si stanno impegnando in progetti di nuova generazione.

Uomini e donne convinti che un buon business deve essere sostenibile. In grado di promuovere un mondo e una società migliori.

Se ti riconosci in questa comunità e vorresti raccontare la tua storia contattaci.
Saremo onorati e lieti di ascoltarla e farla conoscere.
Contatto veloce:
WhatsApp : 328 6569148

Agenda

26 gennaio: scadenza bando Servizio Civile a Cuneo

17/01/2022
C’è tempo fino al 26 gennaio, alle ore 14, per iscriversi al bando per i volontari per il Servizio Civile Universale nella Provincia di Cuneo. Gli operatori, più di cinquantaseimila, sono tutti volontari e vengono selezionati in tutta Europa, in Italia come all’estero. Si tratta di un’iniziativa aperta ai giovani, dai diciotto ai ventott’anni, che […]

22 gennaio: webinar “L’Acqua Che C’è”

14/01/2022
Sabato 22 gennaio si terrà, presso l’Auditorium de Laugier a Portoferraio, il webinar “L’Acqua Che C’è”, organizzato da Difesa Lido e Mola.  Saranno presenti numerosi esperti e giornalisti, come Gabriele Canè, nonché il Presidente della sezione Arcipelago Toscano di Italia Nostra Leonardo Preziosi. Invitati anche numerosi professori, come Francesco Cioffi, Alessandro Corsini, Edoardo Croci e Gabriella De […]

20 gennaio: webinar “Le Acque Della Luna”

13/01/2022
Il 20 gennaio, alle ore 16, sarà possibile seguire il webinar “Le acque della Luna: immaginazione, realtà, scienza”.  Migliaia di teorie hanno riguardato la natura della Luna, e una delle più particolari esiste dai tempi di Leonardo da Vinci: che la sua faccia luminosa sia colma d’acqua – la fonte della vita e dell’ambiente stesso. […]

Water Stories

Water Video Interviste

Caricamento in corso...
Choose your language »