Seleziona Pagina

Polistirene bandito a New York dal 2022

Polistirene bandito a New York dal 2022

Bye bye, polysyterene. Non usarlo più, o almeno servirsene il meno possibile: è la decisione presa dallo Stato di New York, per ridurre gli sprechi di tale materiale e il suo abbandono nell’ambiente. 

Polistirene: perché bandirlo?

La decisione va avanti dal 2020, ma solo adesso – a partire dal primo gennaio 2022 – può essere portata a termine in modo ufficiale. Un bando completo del materiale in tutti i suoi usi, a cominciare dai contenitori di cibo e di bevande, in tutti i locali che ne facciano uso, dato ristoranti, ai bazar, ai negozi di alimentari. Nessuna notizia sul materiale sostitutivo al quale i locali dovranno fare affidamento per sostituirlo, ma si tratterà certamente di una sostanza compatta e riciclabile che non rischi di contaminare l’ambiente con i suoi frammenti. 

La ragione del recente “accanimento” contro il polistirene si va a ricercare non soltanto nella sua natura, plastica e facilmente scomponibile, ma anche nella sua ampia diffusione nel quotidiano. Il materiale viene infatti utilizzato in ogni sorta di materiale e rappresenta pertanto un’alta percentuale dei rifiuti diffusi nell’area. Frantumandosi molto facilmente costituisce una principale fonte della diffusione delle microplastiche, molto difficile da raccogliere a causa della finitezza dei suoi componenti. 

Lo street food americano

In America è particolarmente sfruttato per lo street food locale, come le noccioline, apprezzato nel paese ben già che in Italia. I primi indiziati del “bando” sono infatti i cosiddetti Covered Food Providers, i venditori e distributori al pubblico di generi alimentari come catering, supermercati, negozi di caffè, anche solo ospedali e ospizi, istituti scolastici e atenei, e qualunque altra struttura dove si serva cibo ai dipendenti. 

“Nessun negozio, al dettaglio o all’ingrosso”, recita il documento di legge, “avrà il permesso di vendere, offrire per la vendita o distribuire contenitori usa-e-getta di alimenti o pacchetti che contengono polistirene espanso nello stato del New York”. Sfuggono al disegno di legge solo i pacchetti già sigillati prima del disegno di legge, la resina rigida e non espansa, o qualunque legge locale più espansiva e stringente. 

Saranno presenti naturalmente anche delle multe più o meno rigide per i trasgressori della legge. Alcuni dei luoghi soggetti ad esenzione includono i luoghi di fede e quelli rivolti all’accoglienza degli ultimi, oltre a quelli che operano in meno di dieci location differenti nello stato di New York e non fanno parte di un grande franchise. 

Per capire come funziona il riciclaggio della plastica scoprite qui il nostro articolo a tema.

Circa l'autore

Lascia un commento

DAILY NEWS

Agenda

EMERSIONI: la presentazione a “Non Rassegnamoci”

21/11/2022
Martedì 22 novembre alle 18.30, alla Chiesetta del Parco Trotter (Via mosso 7), ci sarà il terzo appuntamento di Storie, la rassegna letteraria di Municipio 2 curata da Potlatch all’interno della rassegna “Non Rassegnamoci”. Durante l’evento verrà presentata la rivista Emersioni. Emersioni è una rivista digitale e gratuita per parlare di cose difficili dando voce […]

Unapol a Gustus 22 Expo Sapori Mediterranei 

19/11/2022
Unapol – Unione Nazionale Associazioni Produttori Olivicoli sarà presente a Napoli nei giorni 20, 21 e 22 Novembre presso i padiglioni di Gustus 2022, il Salone Professionale dell’Agroalimentare, Enogastronomia e Tecnica che quest’anno giunge alla sua VIII Edizione.   “Gustus rappresenta un evento di rilevanza strategica per il settore agroalimentare e dell’enogastronomia – commenta Tommaso Loiodice, Presidente Unapol – non solo del Sud Italia, ma può e […]

Po fiume d’Europa, Parma capitale italiana delle acque. Mito, Identità, Futuro

16/11/2022
Nell’ambito della ricerca interdisciplinare Po fiume d’Europa, Parma capitale italiana delle acque. Mito | Identità | Futuro, promossa nel 2019 dall’Università di Parma insieme ai quattro Enti di governo del fiume Po e del suo bacino idrografico che hanno sede a Parma –l’Agenzia interregionale per il fiume Po (AIPo), l’Autorità di Bacino distrettuale del fiume Po […]

CAMPIONI D SOSTENIBILITÁ

Raccontiamo storie di imprese, servizi, prodotti, iniziative che amano l’ambiente.
Sono storie di persone che guardano avanti. Che hanno lanciato startup, realizzato imprese di successo o si stanno impegnando in progetti di nuova generazione.

Uomini e donne convinti che un buon business deve essere sostenibile. In grado di promuovere un mondo e una società migliori.

Se ti riconosci in questa comunità e vorresti raccontare la tua storia contattaci.
Saremo onorati e lieti di ascoltarla e farla conoscere.
Contatto veloce:
WhatsApp : 328 6569148

Water Video Interviste

Caricamento in corso...
Choose your language »