Si è tenuta di presso il Teatro Grandinetti di Lamezia, la nuova edizione del Premio Nazionale Astrea. 

Cos’è il Premio Astrea?

Il Premio Astrea si assegna ogni anno, alle figure che più di tutte incarnano valori di giustizia legale nell’agire politico e nel farsi testimonial della possibilità di fare del mondo un posto migliore. Attraverso di esso si manda un messaggio al pubblico: che si senta sicuro e che non dimentichi che c’è chi si preoccupa per il loro benessere. 

Quest’anno i beneficiari del premio sono stati Francesco Paolo Sisto e Dalia Nesci, rispettivamente sottosegretari di stato per l’Interno e per il Sud. Premiati anche Mario Agricola, questore della Provincia di Catanzaro, nonché il Generale Guido Mario Geremia della Guardia di Finanza – rappresentato però in sito da Fabio Pirrera, comandante del gruppo di Lamezia – e Pietro Francesco Salsano, il comandante dei Carabinieri Legione Calabria. L’ultimo premio, consegnato dalla presidentessa della Corte d’Appello di Catanzaro Francesca Garofalo, è stato destinato al procuratore di Vibo Valentia Camillo Falvo. 

A ricevere il premio alla memoria è stato invece il compianto presidente del tribunale di Lamezia, Giulio Sandro Garofalo. La presidente in carica Dina Marasco l’ha consegnato ai suoi figli, i magistrati Francesca e Giovanni. 

Il racconto del pubblico

Ma i premiati più attesi e importanti per la serata sono quelli che si raccontano al pubblico – tra cui la prefetta di Catanzaro, Maria Teresa Cucinotta, nonché del sindaco Paolo Mascaro e l’assessora allo Spettacolo Luisa Vaccaro. Sono state ascoltate le testimonianze di chi ha perso i cari a causa della malavita e confida nel coraggio della legge per fare giustizia.

Come i coniugi Gabriele, Giovanni e Francesca, che nel 2009 hanno perso il figlio Domenico detto Dodò in un attentato della ‘Ndrangheta. Si sono esposti al pubblico raccontando la loro storia, mettendosi in mostra con fermezza e dignità. A premiarli è Doris Lo Moro, magistrata. La giornalista Nadia Donato premia invece i figli di Antonio Polifroni, che nel 1996 venne assassinato dalla malavita dopo aver sopportato per venticinque anni le loro vessazioni.

I premi alla cultura

Altri premi riguardano la sezione dello spettacolo e della cultura: Gianvito Casadonte, il  direttore artistico del Magna Graecia Film Festival, premiato dal dirigente del Comune di Catanzaro Antonino Ferraiuolo. Il giornalista Pasquale Roppa premia invece Francesco Polopoli, docente di lettere. 

Segue la sezione dedicata alla medicina, in cui la giornalista Maria Scaramuzzino encomia il dottor Ennio Calabria, figura impegnata socialmente con informazione e assistenza in odontoiatria, con il Premio Nazionale Astrea. Il premio per il giornalismo, che conclude la serata, viene assegnato a Lilli Gruber. 

Il Premio Astrea viene patrocinato dalla Regione Calabria e istituzioni come il Consiglio Regionale della Calabria, il Comune di Lamezia Terme, la Provincia di Catanzaro, nonché vari partner privati. 

Leggi anche: I dati sulla deforestazione dopo la Giornata degli Alberi