Seleziona Pagina

Hai l’orto. Ricordati di ruotare le coltivazioni

Hai l’orto. Ricordati di ruotare le coltivazioni

 

Arriva la primavera ed è tempo di cominciare  a fare l’orto. Vi proponuiamo un interessante articolo apparso su Modern Farmer di Lindsay Campbell. Oltre a consigli pratici indica anche come migliorare la salute del suolo del proprio giardino, praticando una raccomandazione fra le più consigliate di sempre. Ruotare le coltivazioni e farlo in modo da aumentare  la resa produttiva.

                                                 *****

 

Per giardini più grandi, i letti in file possono essere piantati in gruppo e ruotati, come questi fagioli e cipolle. Fotografia di Maren Winter, Shutterstock

Esistono modi per migliorare la salute del suolo, controllare le malattie e gestire i parassiti senza applicare grandi quantità di fertilizzanti o pesticidi. Per i giardinieri impegnati a coltivare diversi anni nel futuro, la rotazione delle colture è un metodo da utilizzare.

La rotazione delle colture, una pratica ampiamente utilizzata dagli agricoltori, è esattamente come sembra. Implica la rotazione del luogo di impianto di frutta e verdura attraverso una sequenza di stagioni di crescita. Come funziona richiede una spiegazione: le piante aggiungono al terreno tante sostanze nutritive quante ne assorbono. La rotazione della posizione delle colture consente di distribuire diversi nutrienti nel tuo giardino di anno in anno, contribuendo a bilanciare la struttura del terreno.

Alcune piante possono introdurre malattie trasmesse dal suolo. Anche dopo che il raccolto è stato raccolto, possono rimanere nel terreno. Ma rimuovendo le piante che ospitano determinati parassiti o che possono introdurre la possibilità di attirare agenti patogeni nella stagione successiva, puoi aiutare a interrompere il ciclo ed evitare di infettare nuove piante della stessa famiglia o varietà. Spostare le colture può anche rendere più difficile per i parassiti svernanti trovare cibo quando il terreno si scioglie.

 (…) 

Ma ci sono prove crescenti a sostegno del fatto che la rotazione delle colture aiuta con la salute del suolo e i raccolti.

Non sai come iniziare?  (…) Segui questa guida per una facile transizione alle basi della rotazione delle colture.

Organizza le tue piante in categorie 

Dividi le tue piante in gruppi in base ai loro requisiti e alle loro produzioni di nutrienti. Ci sono opinioni diverse su come esattamente farlo. Ti suggeriamo di organizzare le tue colture in due modi: per categoria o per famiglia di piante.

Rotazione per categoria

Questo è il migliore per coloro che desiderano un’opzione per principianti o lavorano con uno spazio più piccolo. Comprende quattro categorie:

Legumi Fagioli, piselli, arachidi, lenticchie, piselli, ceci e soia.

Radici
Carote, rape, cipolle, barbabietole, ravanelli e aglio.

Colture che danno frutto
Cetrioli, pomodori, zucca, melanzane, peperoni, meloni e mais. E un’aggiunta speciale: le patate. (Le patate sono un’eccezione in questa categoria perché sono suscettibili alle stesse malattie dei pomodori, motivo per cui sono state aggiunte al gruppo fruttifero. Se hai problemi con la peronospora delle patate, dovrai separarle e assicurarti che non hai che si susseguono nella tua rotazione.)

Colture coltivate per foglie o fiori
Verdure a foglia come cavoli e bietole, lattuga, broccoli, cavoli, spinaci, cavolini di Bruxelles ed erbe aromatiche.

Rotazione per famiglia di piante

Se desideri avventurarti in un territorio più specializzato, abbiamo offerto un’ulteriore suddivisione per famiglia di piante. Ciò è fattibile per i giardinieri con spazi più ampi o per coloro che hanno il tempo di fare ricerche sull’assorbimento e sulla produzione di nutrienti specifici per le colture.

Alliums
Erba cipollina, aglio, porri, cipolle

Cucurbitacee
Cetrioli, meloni, zucche, zucca

Brassica
Broccoli, cavolini di Bruxelles, cavolo cappuccio, cavolfiore, cavolo nero, cavolo rapa, ravanelli, rape, rape

Legumi
Fagioli, piselli, arachidi

Poaceae (erbe)
Mais

Barbabietola
, spinaci, bietola

Nightshades
Melanzane, peperoni, patate, pomodori

Ombrellifere
Carote , sedano, aneto, finocchio, prezzemolo, pastinaca

Mappa tutto

Prima di iniziare a piantare, è importante capire come utilizzare il tuo spazio di coltivazione. Per prima cosa, fai un elenco delle colture che desideri mettere nel terreno. Quindi vorrai disegnare un diagramma del tuo giardino, contenitori o letto per ridimensionare e sezionare quanto spazio vuoi allocare per ogni raccolto. Suddividi ogni area in base alla categoria del raccolto.

Se hai scelto di raggruppare le tue verdure nelle quattro categorie (legumi, radici, colture da frutto e colture per foglie e fiori) e hai un appezzamento di terreno più piccolo, puoi dividerlo in quarti. Se stai seguendo il percorso della famiglia delle piante, dividilo in gruppi familiari, anche se non devono essere di dimensioni uguali; basalo sulla quantità in ogni gruppo che stai piantando. Ti suggeriamo anche di rivedere la nostra guida alla piantagione di accompagnamento se stai sezionando un’area per la semina. Ti aiuterà a determinare quali colture dovrebbero e non dovrebbero essere posizionate l’una accanto all’altra.

È meglio evitare di piantare le piante in luoghi in cui hai avuto colture nello stesso gruppo o famiglia l’anno prima. Più si pianta un raccolto dalla sua posizione precedente, meglio è. I coltivatori che hanno la flessibilità di scavare alcuni letti più piccoli invece di usarne uno grande dovrebbero prendere in considerazione l’idea di farlo. Ciò contribuirà a separare i gruppi e consentire rotazioni più fluide e contenute che riducono al minimo il rischio di diffusione di malattie o di permanenza nel terreno.

Allo stesso modo, i letti rialzati hanno il vantaggio di avere una barriera fisica tra le diverse famiglie di colture. Per chi ha spazi più piccoli, l’uso di vasi o fioriere è un’altra opzione per isolare le colture e fornire spazio aggiuntivo per la rotazione.

Pianifica la direzione di rotazione del raccolto

Un ciclo completo di rotazione delle colture dura dai tre ai quattro anni. Non piantare un’area con colture della stessa famiglia o gruppo di piante prima che il ciclo sia terminato. Segui queste guide di rotazione, in base alla tua categorizzazione iniziale.

Di kirpmun, Shutterstock.
Guida per la rotazione per categoria

Per coloro che scelgono di seguire raggruppamenti per legumi, piante a foglia, piante da frutto e radici, c’è una formula che puoi seguire per la tua rotazione, che è essenzialmente incentrata sui tuoi legumi come produttori di azoto.

I portatori di foglie dovrebbero prendere il posto delle colture di leguminose . Questo perché le colture a foglia necessitano di azoto e i legumi sono fissatori di azoto.

Le tue piante da frutto dovrebbero prendere il posto delle tue piante a foglia. Questo perché il loro fabbisogno di azoto è minore e troppo può impedire loro di produrre frutti. Le colture fogliari dovrebbero aver assorbito abbastanza azoto, quindi questo non sarà un problema.

Le tue radici dovrebbero prendere il posto delle tue piante da frutto. Hanno bisogno di ancora meno azoto.

I legumi seguono le radici. Questo per ricominciare il ciclo. I legumi traggono vantaggio anche dalle radici perché preferiscono un terreno più sciolto e le radici hanno frantumato il terreno.

Guida per la rotazione per famiglia di piante

Se decidi di diramare e separare le tue colture in base alla famiglia, è meglio capire le esigenze nutrizionali della tua coltura. Oltre ad alcuni suggerimenti, abbiamo indicato alcune colture che si nutrono pesantemente di nutrienti anziché leggermente. Si consiglia di seguire i tuoi alimentatori pesanti con alimentatori leggeri. Costruttori di nutrienti o fissatori di azoto possono quindi seguire per ricostituire il terreno.

Ecco alcuni suggerimenti:

Le brassiche sono affamate di azoto, quindi possono seguire i tuoi fissatori di azoto, ovvero i legumi. 

Le cipolle stanno bene nel terreno più solido lasciato da quelli della famiglia delle brassica.

Piselli e fagioli amano il terreno profondo e ben scavato lasciato dalle patate. 

Le radici rompono il terreno, quindi puoi seguirle con le patate, che devono crescere in una cavità più profonda del terreno. 

Mais, pomodori e cavoli sono in genere “alimentatori pesanti”. Segui gli alimentatori pesanti con le colture di leguminose per ricostruire il terreno. 

Le colture della famiglia delle Ombrellifere (carote) sono “alimentatrici da leggere a medie” e possono seguire qualsiasi altro gruppo.

Gli “alimentatori leggeri” includono quelli della lattuga, della cipolla, delle piante della famiglia delle zucche, nonché delle patate, della maggior parte dei bulbi o degli ortaggi a radice. 

Fai scorta per gli anni futuri 

Quindi non devi affrontare il problema di cercare di ricordare cosa è stato coltivato e dove negli ultimi anni, ti suggeriamo di conservare le mappe del tuo giardino. Aiuterà anche a prendere nota di eventuali problemi di parassiti che hai avuto in determinate aree con colture specifiche. Questo strumento con l’estensione dell’Università del Minnesota ti aiuterà a scoprire qual è il problema se non sei sicuro.

Ci sono anche diversi strumenti digitali che puoi usare che ti forniranno alcuni suggerimenti per la prossima stagione e anche tracciare o costruire un registro di ciò che hai piantato prima. Questo Planner per orti ne è un esempio. Tomappo è un’altra opzione per i giardinieri europei: l’app fornisce anche assistenza personalizzata nelle rotazioni.

Se stai piantando nel terreno, ti consigliamo di condurre un test del suolo ogni uno o tre anni. Ciò contribuirà a informare eventuali ulteriori esigenze di terreno per le tue piante. Abbiamo anche una guida per il test del suolo se non hai familiarità con il processo.

Circa l'autore

Lascia un commento

Daily News

CAMPIONI D SOSTENIBILITÁ

Raccontiamo storie di imprese, servizi, prodotti, iniziative che amano l’ambiente.
Sono storie di persone che guardano avanti. Che hanno lanciato startup, realizzato imprese di successo o si stanno impegnando in progetti di nuova generazione.

Uomini e donne convinti che un buon business deve essere sostenibile. In grado di promuovere un mondo e una società migliori.

Se ti riconosci in questa comunità e vorresti raccontare la tua storia contattaci.
Saremo onorati e lieti di ascoltarla e farla conoscere.
Contatto veloce:
WhatsApp : 328 6569148

Agenda

Auto inquinanti, Consiglio Ue conferma stop al 2035

29/06/2022
T&E: “Decisione storica per clima, inquinamento e industria. Ora concentriamoci su rete di ricarica e filiera batterie sostenibili” Veronica Aneris, direttrice Transport & Environment Italia: “Un enorme passo avanti a favore del clima. Ora è possibile azzerare le emissioni del settore trasporti al 2050”. Roma, 29 giugno 2022 – “I governi europei hanno preso la […]

Paga con la carta di credito e tuteli le foreste

24/06/2022
,Flowe – B Corp che mira a educare i giovani sui temi dell’innovazione e della sostenibilità economica, sociale e ambientale – ha redatto insieme all’agronomo Guido Cencini un vademecum di approfondimento sui 5 benefici che apportano a più livelli le piante. Iniziatva lanciata in concomitanza con la Giornata della foresta pluviale. Flowe pone inoltre l’attenzione sulla campagna Freshback, attiva fino al 30 giugno. Con la collaborazione […]

Marsala: al via la seconda edizione del KiteFest

21/06/2022
di Gloria Nobile   Sport, musica, enogastronomia, arte e natura: ecco cosa succede quando il talento incontra l’occasione. Quest’anno a Marsala, sulla costa occidentale della Sicilia, la stagione turistica si apre con la seconda edizione del KiteFest che avrà luogo dal 26 giugno al 3 luglio nella Laguna dello Stagnone. Lo straordinario successo della prima […]

Water Stories

Water Video Interviste

Caricamento in corso...
Choose your language »