Seleziona Pagina

Extinction Rebellion: una lettera scarlatta per una nuova politica energetica

Extinction Rebellion: una lettera scarlatta per una nuova politica energetica

Una lettera scarlatta, come il sangue degli innocenti che l’inazione dei governi sta condannando a morte in tutto il mondo.”

Mercoledì 25 maggio alle 10:30 presso il MiTE in Via Colombo 44, Roma, Extinction Rebellion consegnerà nuovamente la richiesta di dialogo al Ministero della Transizione Ecologica per istituire delle Assemblee Cittadine deliberative in grado di affrontare la crisi climatica ed ecologica.

Dopo le proteste dello scorso febbraio, questa volta a presentarsi alle porte del Ministero saranno le Ribelli Rosse (o Red Rebel Brigade), figure con i volti pitturati di bianchi e con le vesti rosse che richiamano la passione per la vita, ma anche il sangue che accomuna tutti gli umani e tutti i viventi.

Già apparse in altre manifestazioni di Extinction Rebellion, le Ribelli sono un gruppo di attiviste ed artiste che, attraverso le loro performance, promuovono messaggi di sensibilizzazione riguardo alla crisi climatica.

Le attiviste consegneranno al ministro Cingolani una lettera contenente il progetto, con un’ipotesi di budget, per la realizzazione di un’Assemblea di Cittadini sul tema dell’abbandono dell’energia da fonti fossili ed il passaggio alle rinnovabili.

Il progetto prevede un’assemblea con 100 partecipanti (comuni cittadini estratti a sorte) che si svolgerebbe in 4 giornate in presenza e 2 online.

Per creare la Red Rebel Brigade, icona assieme alla clessidra di Extinction Rebellion, Doug Francisco si è ispirato alla “Bhutto Dance” giapponese, o “danza della morte”, concepita dopo i bombardamenti di Nagasaki e Hiroshima.

Le Red Rebels, infatti, con i loro costumi “rendono visibili i sentimenti che abitano dentro di noi come la disperazione, la tristezza e l’empatia per il mondo che sta morendo”, spiegano gli attivisti di Extinction Rebellion.

La soluzione proposta dal movimento per rispondere alla crisi climatica, basata sull’istituzione di un’Assemblea di Cittadini e Cittadine che incida sull’agenda politica e guidi il governo sulle misure urgenti da attuare, è un modello di partecipazione diretta già in uso in altri paesi.

“Solo con una profonda e chiara partecipazione dei cittadini comuni alle decisioni politiche si prenderanno quelle misure coraggiose e tempestive dove i governi non sono riusciti. Un campione demograficamente rappresentativo di cittadini comuni verrà formato sull’argomento da esperti e soggetti direttamente coinvolti per poter infine proporre delle strategie condivise per affrontare il problema.”

Anche ISDE Italia e Politici per Caso si sono uniti alla richiesta di Extinction Rebellion di avere un’incontro con il Ministero per discutere della proposta tecnica inviata e sulla costituzione di un segretariato per la gestione dell’Assemblea.

“Chiediamo che il Governo e le regioni si esprimano entro tre mesi sulle proposte dell’assemblea. Chiediamo inoltre che si motivi il rifiuto delle proposte o diversamente che le si trasformi in leggi dello Stato, chiediamo che l’assemblea sia finanziata dal ministero della Transizione Ecologica e che tratti il tema del passaggio dall’energia fossile a quella pulita“.

Il 3 marzo, durante il dibattito di cui vi avevamo dato notizia, il Ministro per la Transizione Ecologica si è dichiarato pronto a portare avanti un dialogo costruttivo con gli attivisti di Extinction Rebellion.

Proposta alla quale gli attivisti riferiscono di non aver ancora ricevuto risposta.

Circa l'autore

Lascia un commento

DAILY NEWS

Agenda

In Italia 6 immobili su10 sono obsoleti.

16/01/2023
 Nel parco edilizio del nostro Paese —composto per il 92% da edifici residenziali e per il restante 8% da immobili destinati ad altri usi— la maggior parte delle proprietà sono vetuste e potrebbero trarre un grande beneficio dalle ristrutturazioni. A fare il punto della situazione è la Silvi Costruzioni Edili, che tra i clienti, oltre a committenti pubblici […]

“I giovani e le scienze 2023”: selezione italiana del concorso europeo

13/01/2023
Il 10 febbraio è il termine per candidarsi alla selezione italiana del concorso europeo ‘I giovani e le scienze”, promosso dalle istituzioni europee: Commissione, Consiglio e Parlamento. “Cerchiamo studenti tra i 14 e i 20 anni, tra i quali scegliere quanti vanno a rappresentare l’Italia alla finale europea EUCYS 2023”. Nei giorni dal 18 al […]

Mal aria d’Italia. La peggio è la Padania

06/01/2023
di Giulia Piccoli Il nuovo anno non si è aperto nel migliore dei modi per gli abitanti della Pianura Padana: nella vasta zona, già una delle più inquinate d’Europa, si sono registrati in questi giorni dei valori piuttosto alti di Pm10, cioè di polveri fini dannose per la salute di diametro inferiore a 10µm. Nella […]

CAMPIONI D SOSTENIBILITÁ

Raccontiamo storie di imprese, servizi, prodotti, iniziative che amano l’ambiente.
Sono storie di persone che guardano avanti. Che hanno lanciato startup, realizzato imprese di successo o si stanno impegnando in progetti di nuova generazione.

Uomini e donne convinti che un buon business deve essere sostenibile. In grado di promuovere un mondo e una società migliori.

Se ti riconosci in questa comunità e vorresti raccontare la tua storia contattaci.
Saremo onorati e lieti di ascoltarla e farla conoscere.
Contatto veloce:
WhatsApp : 328 6569148

Water Video Interviste

Caricamento in corso...
Choose your language »