Seleziona Pagina

Erbolab: natura e bio a portata di candela

Erbolab: natura e bio a portata di candela

di Gloria Nobile

 

Premi il pulsante… e accendi la magia!

Le candele sono un oggetto unico nel proprio genere: semplici e delicate, donano luce e permettono di creare in qualsiasi ambiente un’atmosfera all’insegna del relax e di inebrianti profumi.

“Mamma” di candele a dir poco speciali è Erbolab, laboratorio che nella creazione delle proprie candele segue un’ottica pienamente ecologica per garantire un’esperienza unica e volta a valorizzare la natura. Il laboratorio rientra a pieno titolo nella categoria OPI (Operatori del Proprio Ingegno) e nasce da una forte passione per la produzione di prodotti naturali.

Per saperne di più abbiamo intervistato Eleonora Ficarra, creatrice agrigentina di questi prodotti 100% Home Made, apprezzati ormai a livello nazionale e da quest’anno anche in Germania.

 

Come nasce l’idea di realizzare candele “alternative”?

Ho deciso di iniziare questa avventura con dei prodotti naturali perché sono laureata in scienze e tecnologie erboristiche. Lo faccio per passione: mi piace realizzare, mi piace far nascere un prodotto.

In realtà, parto dalla creazione di candele per raggiungere il mio obiettivo finale: quello di creare cosmetici. Tutto quello che noi produciamo è riciclatoriciclabile o comunque biologico, naturale e biodegradabile. Ognuna delle nostre materie prime ha almeno una di queste componenti.

Inoltre, molti clienti restituiscono i nostri stessi contenitori. Essendo in vetro, il materiale non si consuma ed è quindi riutilizzabile. È un vantaggio a livello ecologico, ma anche economico.

 

Quali materiali vengono utilizzati per la creazione di candele bio?

La cera di palma, di soia o di cocco. Si ottengono dalla lavorazione dei semi e per estrazione: dal seme si ottiene l’olio che viene trattato chimicamente, non attraverso l’aggiunta di sostanze chimiche, ma seguendo il processo dell’idrogenazione. Viene quindi trasformato per fare in modo che dal liquido si ottenga il solido, attraverso quindi un passaggio di stato.

 

Cos’hanno di diverso rispetto alle candele industriali?

Nessuna delle candele realizzate subisce trattamenti chimici. Ogni elemento impiegato è di origine naturale, come gli stoppini di lino o di cotone che, proprio per questo, bruciano in maniera differente rispetto alle candele in paraffina o stearina, derivati del petrolio.

In quest’ultime, gli stoppini sono realizzati con carta o altri materiali che garantiscono una resa sicuramente più omogenea, ma essenzialmente diversa perché all’interno di queste candele vengono aggiunti, ad esempio, degli additivi chimici che bruciano meglio lo stoppino e fanno in modo che la fragranza della cera venga rilasciata con più facilità.

Nelle candele in cera di soia questo processo è tutt’altro che simile, perché il legame con la fragranza è differente: lo stoppino non è trattato e la capacità di bruciatura è diversa. Conseguentemente tu, che sei il fine della candela, senti il profumo e non respiri sostanze potenzialmente cancerogene, come nel caso delle candele in paraffina. Anche a livello ambientale non vengono rilasciate delle sostanze chimiche: se crei un prodotto pulito, respiri aria pulita; lo stesso vale per quella che resta nell’atmosfera.

 

A una resa diversa corrisponde una variazione anche in termini di durata?

Sì, avendo un punto di fusione inferiore i tempi di bruciatura della cera di soia sono maggiori perché si consuma più lentamente. E questo, ovviamente, non è dovuto a procedimenti chimici, bensì a una serie di procedimenti legati alla materia usata. In termini di durata, la cera di soia brucia circa 2 volte e mezzo in più rispetto alla paraffina.

 

Erbolab trasforma le candele in idee regalo, segnaposti, confetti o bomboniere: esistono quindi versioni ancora più speciali?

Io cerco di dare al mio prodotto non solo un valore biologico, ecologico e naturale, ma anche uno sentimentale. Cerco di legarlo a un’emozione, a un ricordo o a un evento. Non voglio soltanto che sia un prodotto buono e sano, ma che sia più versatile possibile.

Il tentativo è quello di far memorizzare il prodotto all’acquirente in modo che venga collegato anche a fattori di tipo emozionale.

Chiaramente, senza rinunciare alla componente estetica, che realizzo sempre con decorazioni naturali come i semi di lino, di chia, l’anice stellato, il pepe rosa o spezie comuni, o con l’uso di miche, coloranti naturali derivati da minerali.

 

Se dovessi convincere qualcuno ad acquistare le tue candele, cosa gli diresti?

Vorrei che il mio prodotto fosse acquistato non solo perché è naturale, ma anche perché faccio in modo, al massimo delle mie capacità, di renderlo il più possibile simile a quello che è il desiderio del cliente: metto a disposizione un prodotto modellato sulle proprie preferenze.

Ogni candela è, infatti, personalizzata: il cliente può scegliere la fragranza e il colore o lasciare agire secondo il gusto di chi le crea. Attraverso i nostri prodotti potrai esprimere te stesso e il tuo mondo: saprai regalare a chi ti circonda il regalo che parli di te e della tua bellezza.

Il mondo naturale è un mondo che va capito: la mia candela può rilasciare una fragranza con un’intensità differente o una profumazione inferiore, ma la qualità del mio prodotto rivela indiscutibilmente il suo aspetto sano.

 

È chiaro: acquistare o regalare un tale prodotto richiederà senza dubbio uno sforzo economico leggermente superiore, ma è proprio il caso di dire che “il gioco vale la candela!”

Per il catalogo virtuale dei prodotti: https://wa.me/c/393203413710

Circa l'autore

Lascia un commento

DAILY NEWS

Agenda

EMERSIONI: la presentazione a “Non Rassegnamoci”

21/11/2022
Martedì 22 novembre alle 18.30, alla Chiesetta del Parco Trotter (Via mosso 7), ci sarà il terzo appuntamento di Storie, la rassegna letteraria di Municipio 2 curata da Potlatch all’interno della rassegna “Non Rassegnamoci”. Durante l’evento verrà presentata la rivista Emersioni. Emersioni è una rivista digitale e gratuita per parlare di cose difficili dando voce […]

Unapol a Gustus 22 Expo Sapori Mediterranei 

19/11/2022
Unapol – Unione Nazionale Associazioni Produttori Olivicoli sarà presente a Napoli nei giorni 20, 21 e 22 Novembre presso i padiglioni di Gustus 2022, il Salone Professionale dell’Agroalimentare, Enogastronomia e Tecnica che quest’anno giunge alla sua VIII Edizione.   “Gustus rappresenta un evento di rilevanza strategica per il settore agroalimentare e dell’enogastronomia – commenta Tommaso Loiodice, Presidente Unapol – non solo del Sud Italia, ma può e […]

Po fiume d’Europa, Parma capitale italiana delle acque. Mito, Identità, Futuro

16/11/2022
Nell’ambito della ricerca interdisciplinare Po fiume d’Europa, Parma capitale italiana delle acque. Mito | Identità | Futuro, promossa nel 2019 dall’Università di Parma insieme ai quattro Enti di governo del fiume Po e del suo bacino idrografico che hanno sede a Parma –l’Agenzia interregionale per il fiume Po (AIPo), l’Autorità di Bacino distrettuale del fiume Po […]

CAMPIONI D SOSTENIBILITÁ

Raccontiamo storie di imprese, servizi, prodotti, iniziative che amano l’ambiente.
Sono storie di persone che guardano avanti. Che hanno lanciato startup, realizzato imprese di successo o si stanno impegnando in progetti di nuova generazione.

Uomini e donne convinti che un buon business deve essere sostenibile. In grado di promuovere un mondo e una società migliori.

Se ti riconosci in questa comunità e vorresti raccontare la tua storia contattaci.
Saremo onorati e lieti di ascoltarla e farla conoscere.
Contatto veloce:
WhatsApp : 328 6569148

Water Video Interviste

Caricamento in corso...
Choose your language »