Seleziona Pagina

Pianificazione territoriale. Tecnologia digitale anti NIMBY

Pianificazione territoriale. Tecnologia digitale anti NIMBY

Città della California come Sausalito, nella Marin County, stanno lottando per raggiungere i loro obiettivi di costruzione di alloggi. 

Pianificare nuovi insediamenti abitativi o nettere mano a importanti processi di riqualificazione territoriale è sempore stata una gara dura, una battaglia fra amministratori e abitanrti coinvolti. la sindrome NIMBY ( non vicino a casa mia) è un semtimento diffuso un pò ovunque il processo democratico si è sfarinato e la parteccipazione politica alasciato il posto alla protesta a prescinbdere. Qui si racconta delle esperienze positive che vengono fatte in alcune città americane, dove viene usato uno strumento digitale di nuova generazione. Un tool che si chiama Balanced Act e che promuove un’interazione positiva fra amministratori e cittadinanza coinvolta, facilitando il pubblico dibattito.

L’articolo  di Patrizio Sisson  dell’8 agosto 2022 pubblicato sulla newsletter di Bloomberg City Lab lo potete leggere in versione integrale qui: https://www.bloomberg.com/news/features/2022-08-08/the-virtual-tools-built-to-fix-real-world-housing-problems?cmpid=BBD080822_CITYLAB&utm_medium=email&utm_source=newsletter&utm_term=220808&utm_campaign=citylabdaily

*******

Non è facile costruire nuove abitazioni nella Contea di Marin, l’enclave della California nota come roccaforte dei NIMBY .

Ma la città di Fairfax non aveva scelta: come parte della legge statale sugli elementi abitativi, che richiede ai comuni di aggiornare periodicamente i loro piani generali e modificare la pianificazione e la zonizzazione per accogliere più alloggi per far fronte alla grave crisi dell’offerta statale, la piccola città di circa 7.600 persone hanno dovuto aggiungere 490 unità abitative.

Data la topografia collinare di Fairfax, i rischi di incendi e la tradizione di un sentimento politico a crescita lenta , decidere dove mettere il nuovo sviluppo prometteva di essere una danza delicata per il sindaco Stephanie Hellman. Quindi, quando Fairfax ha iniziato l’ultimo ciclo di aggiornamenti l’anno scorso, che dovrebbe entrare in vigore nel 2023, si è rivolta a un nuovo strumento: una simulazione digitale chiamata Balancing Act . Utilizzando un’interfaccia visiva basata su mappe, lo strumento interattivo ha consentito ai partecipanti online di decidere dove collocare la zona e consentire alloggi aggiuntivi e inviare le proprie mappe per soddisfare gli obiettivi di produzione abitativa imposti dallo stato (noti come Regional Housing Needs Assessment, o RHNA ).

La versione cittadina dello strumento, accessibile da FairfaxSpeaks.com , ha “gamificato” il processo abitativo, secondo Hellman, aiutando i residenti a capire meglio le sfide che i pianificatori devono affrontare riguardo alla mancanza di alloggi a prezzi accessibili e fornendo un feedback significativo. Invece di andare sito per sito e suscitare l’ira del pubblico su proposte di sviluppo specifiche, Balancing Act ha costretto gli utenti ad affrontare le sfide che i pianificatori devono affrontare, fornendo un contesto e consentendo loro di valutare più opzioni. Pensa a una versione molto semplice di SimCity, ma invece di costruire blocchi commerciali o metropoli, sta posizionando unità residenziali su una mappa municipale.

si riferisce a La tecnologia che cerca di affrontare i NIMBY
Uno screenshot di Lafayette, la simulazione del Balancing Act in California. Immagine per gentile concessione di Balancing Act

(……)

La contea di Marin potrebbe essere un terreno di prova particolarmente estenuante per Balancing Act, uno dei numerosi nuovi strumenti digitali progettati per aiutare le città con il coinvolgimento e il feedback del pubblico. L’uso di tali piattaforme e servizi online da parte dei comuni è stato accelerato dal Covid verso le riunioni virtuali, ma è continuato poiché legislatori e partecipanti hanno scoperto che gli strumenti digitali possono avere grandi vantaggi rispetto ai tradizionali processi decisionali pubblici, oltre ad alcuni limiti .

Balancing Act è nato nel mondo reale: Engaged Public, l’azienda con sede a Denver che lo ha creato, è stata lanciata nel 1998 per facilitare le politiche pubbliche faccia a faccia con i governi locali. Nei primi anni, afferma il presidente dell’azienda Chris Adams, la cosa più importante che ha imparato era che l’inquadratura contava.

Nel 2007, Engaged Public ha lanciato il suo primo strumento di simulazione per lo stato del Colorado, incentrato sulle decisioni collettive sui budget. Alla fine, i governi locali hanno iniziato a chiedere programmi software simili. Nel 2020, l’azienda ha avuto un’illuminazione: la loro simulazione del budget potrebbe essere riformulata come mezzo per rendere i dibattiti abitativi più orientati alla comunità e alla soluzione, invece di invitare la rabbia dei NIMBY alle riunioni pubbliche?

“Il modo per avere una conversazione pubblica di successo è inquadrarla in modo appropriato e avere [le persone] orientate a risolvere il problema, invece di invitare semplicemente a lamentarsi”, ha detto Adams. “Non è solo ciò contro cui sei iper-locale; è quello per cui sei.”

Nell’autunno del 2021, nell’ambito di un più ampio programma di assistenza tecnica , l’Associazione dei governi della Bay Area ha firmato un contratto per fornire 25 licenze per Balancing Act che possono essere utilizzate da uno qualsiasi dei comuni nell’area di 101 città di nove contee (abbonamento le tariffe per il servizio si basano sulla dimensione della popolazione). Finora, la maggior parte dei funzionari e dei residenti che hanno utilizzato il programma sembrano concordare sul fatto che sia stata un’utile aggiunta al loro kit di strumenti. Jillian Zeiger, pianificatore senior della contea di Marin, ha affermato che, sebbene forse non abbia fatto cambiare idea a nessuno, il Balancing Act li ha almeno costretti a “essere un po’ più concreti riguardo alle loro critiche”.

si riferisce a La tecnologia che cerca di affrontare i NIMBY
I funzionari di Fairfax affermano che lo strumento online ha aiutato i residenti della città a comprendere i piani di sviluppo. Immagine per gentile concessione di Balancing Act

(….)

Gustavo Gonzalez, responsabile della pianificazione della città di Eastvale, afferma che Balancing Act ha contribuito a spiegare il processo del piano degli elementi abitativi della città e come funzionano i pianificatori. “Molti membri della comunità non capivano cosa stavamo facendo”, ha detto.

La città, situata nell’Inland Empire a est di Los Angeles, doveva aggiungere 3.000 unità. Non era rimasto molto terreno aperto e i residenti hanno espresso una familiare litania di preoccupazioni: non c’è spazio, tutto sarà ad alta densità e le scuole saranno invase. Gli utenti che hanno partecipato alla simulazione del Balancing Act hanno ricevuto 13 potenziali siti e l’input del pubblico ha avuto una tendenza verso una manciata di siti vicino al centro in via di sviluppo della città. Il processo ha funzionato, con il programma che ha messo i residenti al posto di guida, ha detto Gonzalez.

“La bellezza di questo strumento è che letteralmente, unità per unità, puoi dire dove dovrebbero andare le abitazioni”, ha affermato Gonzalez, che ha definito il software un punto di svolta per il dibattito sulle nuove abitazioni una volta controverso della città.

(…)

Doug Chen, project manager di Discovery Builders, ha offerto il suo feedback nell’ambito del processo relativo agli elementi abitativi gestito dalla città di Clayton, in California, dove attualmente opera la sua azienda. Ha ritenuto che il programma fosse utile e le informazioni fornite nell’interfaccia sui tipi di zonizzazione e sulle aree disponibili per lo sviluppo hanno fornito un buon background per i residenti che desiderano comprendere la sfida e fornire feedback.

Suzanne Sadowsky,   residente nella San Geronimo Valley che ha utilizzato il Balancing Act, ha affermato che i residenti locali possono scatenarsi quando i pianificatori parlano di collocare dozzine di nuove unità su un acro di terra, ma lo strumento ha reso più facile capire cosa sia realmente  ( e cosa) significa e svolgere un ruolo nel “lungo processo educativo” necessario per  approvare lun piano di sviluppo ( …. )

Anche altri esempi di simulazioni digitali o piattaforme software utilizzate nella pianificazione e nelle riunioni pubbliche hanno dimostrato che tale tecnologia è promettente, nonostante sia in una prima iterazione. Symbium , uno strumento che consente ai proprietari di case di capire dove collocare le unità abitative accessorie (ADU) per accelerare il processo di autorizzazione e costruzione, ha appena annunciato una partnership con la California Association of Realtors per consentire a qualsiasi proprietario di casa nello stato di accedere al programma per pianificare potenziali appartamenti sul retro. I suoi progettisti lo chiamano “TurboTax per la pianificazione”.

Il pianificatore dei trasporti Robert Guthart ha visto la pianificazione della realtà virtuale ripagare con i residenti che valutavano un progetto di trasporto. Mentre lavorava per il Dipartimento dei trasporti del Texas nel distretto di El Paso tra il 2017 e il 2020, la sua precedente azienda, CDM Smith, ha intrapreso un piano generale a lungo raggio per il corridoio degli Stati Uniti-67, che attraversa piccole città, regioni di confine e la mecca delle arti di Marfa. Una delle sue principali preoccupazioni era capire come riconfigurare la carreggiata in modo che i grandi camion merci impegnati nel commercio transfrontaliero non travolgessero le strade principali di queste piccole città del Texas occidentale.

Dopo uno scarso processo di coinvolgimento pubblico iniziale per un altro progetto nell’area, l’oleodotto Trans-Pecos – “Sono usciti con i forconi”, ha detto Guthart – temeva un’accoglienza simile. Così ha deciso di utilizzare Microsoft HoloLens, un dispositivo di realtà mista che consente a chi lo indossa di vedere immagini digitali sovrapposte a scene del mondo reale, per mostrare ai residenti come sarebbero potenziali incroci e strade con nuovi design e miglioramenti della sicurezza. Il processo HoloLens ha aiutato i partecipanti a visualizzare cambiamenti come l’aggiunta di piste ciclabili a strade soggette al traffico di autocarri pesanti.

(…)

Tale tecnologia ha bisogno di più modifiche, risultati dei test e utilizzo nel mondo reale, affermano molti funzionari, e i risultati finali delle simulazioni della Bay Area non sono stati completamente adottati. Gonzalez di Eastvale utilizzerebbe Balancing Act per il prossimo processo relativo agli elementi abitativi, ma vuole la possibilità di offrire un feedback più qualitativo per capire meglio esattamente cosa vogliono i residenti. Zeiger ha scoperto che il feedback online invitava una serie di risposte molto più diversificata, ma gli orari di ufficio e il supporto istituito da Marin County per aiutare gli utenti a sfruttare gli strumenti devono essere ampliati per assicurarsi che lo strumento digitale sia accessibile all’intera popolazione.

“Se puoi avere una partecipazione pubblica ricca, solida e ampia, può essere un enorme vantaggio per i funzionari pubblici mentre stanno cercando di portare questi piani attraverso il processo”, ha affermato Adams. Quando si tratta di questioni urgenti come il nuovo sviluppo, è utile se i residenti possono vedere in prima persona che ci sono compromessi e nessuna risposta facile, e che giocare all’urbanista può essere più difficile di quanto sembri.

“Nella negoziazione di politiche pubbliche, temi sempre quello che viene chiamato un accordo fragile”, ha detto. “Le persone sentono che il processo non ha soddisfatto i loro interessi. Vogliamo che le persone passino attraverso la simulazione, vedano che i compromessi sono difficili e provino un po’ di empatia per i funzionari pubblici”.

Circa l'autore

Lascia un commento

DAILY NEWS

Agenda

‘BUSINESS PLANet’: a Cersaie il futuro delle città

22/09/2022
Le città occupano solo il 3% del territorio mondiale, ma riescono a consumare oltre il 60% dell’energia, producendo il 70% delle emissioni di gas serra e il 70% dei rifiuti globali, con una popolazione destinata a raddoppiare entro il 2050. Poco basta per individuare le città come banco di prova del prossimo futuro a livello ambientale, energetico, urbanistico, architettonico, sociale ed […]

EUCYS 2022: il talento italiano si fa strada in Europa

05/09/2022
Dal 13 al 18 settembre si terrà a Leiden, in Olanda, la 33° edizione di EUCYS – European Union Contest for Young Scientists. Il concorso è un’iniziativa della Commissione europea nell’ambito del programma Scienza e Società. È stato istituito per promuovere gli ideali di cooperazione e scambio di informazioni tra giovani scienziati (di età compresa tra i 14 e i […]

Ecomuseo e contratto di lago (d’Orta)

03/09/2022
Ecolago: un anno di progetti di tutela ambientale per il “Contratto di lago del Cusio”   Ecolago è il progetto di punta del Contratto di lago del Cusio (accordo per l’attuazione  di  politiche territoriali orientate alla tutela, alla valorizzazione e alla promozione  di  buone pratiche e usi sostenibili  del  territorio interessato dal bacino  del Lago  d’Orta), promosso […]

CAMPIONI D SOSTENIBILITÁ

Raccontiamo storie di imprese, servizi, prodotti, iniziative che amano l’ambiente.
Sono storie di persone che guardano avanti. Che hanno lanciato startup, realizzato imprese di successo o si stanno impegnando in progetti di nuova generazione.

Uomini e donne convinti che un buon business deve essere sostenibile. In grado di promuovere un mondo e una società migliori.

Se ti riconosci in questa comunità e vorresti raccontare la tua storia contattaci.
Saremo onorati e lieti di ascoltarla e farla conoscere.
Contatto veloce:
WhatsApp : 328 6569148

Water Video Interviste

Caricamento in corso...
Choose your language »