Giuliana Borzillo è co-fondatrice di ID Eight Sneakers assieme a Dong Seon Lee. ” Sono scarpe rivoluzionarie – dice Giuliana- perchè fuori dal coro del fashion tradizionale, sia come tipo di prodotto sia come comunicazione. Lee , come me, lavora da anni nel campo delle calzature e assieme abbiamo deciso di creare una “scarpa sostenibile”, visto che in commercio ce ne sono tante, ma di sneakers sostenibili poche e quelle poche non molto belle.

Design curato e materiali rispettosi dell’ambiente sono le due caratteristiche che fondono eleganza e attenzione anche a tutta la filiera produttiva e distributiva”. L’impresa è nata quasi per gioco, ma la prima idea, condivisa con il marito che è un designer, è diventata presto un campionario di sneakers esteticamente interessanti e fabbricate con scarti non edibili dell’industria alimentare come bucce di mela, foglie di ananas, graspi d’uva.

“Produciamo basandoci sulle prevendite, per non creare troppe giacenze, usiamo un corriere che è attento alle emissioni, che cerchiamo di compensare ancor più regalando a tutti i nostri clienti una “bomba di semi” che è una palla di semi e di fiori coperta da argilla che si può piantare in un parco o nel giardino della propria casa”.

Le sneakeers di Id Eight sono realizzate con biopolimeri ottenuti da vegetali, paragonabili alla pelle sintetica, ma anche quando vengono usati altri materiali come tessuti questi sono ricavati da plastica riciclata e polverizzata, utilizzata per la tomaia. Le fodere interne e il sottopiede invece sono realizzati con cotone organico, le suole con gomma riciclata. “Le Id Eight – conclude Giulia – sono funzionali, belle da vedere e buone per l’ambiente”.

https://www.id-eight.com/