E’ la seconda puntata del nostro viaggio nell’universo nazionale del verde, esplorando  passioni, conoscenze e tendenze di chi vive e lavora tra piante, fiori e giardini.

Storie o se preferite storytelling di fioricoltori, vivaisti, esperti di design del giardino e del paesaggio, progettisti del verde ,  collezionisti  botanici, sostenitori dell’orticoltura biologica  sono il “filo verde” che ispira le video-interviste che per questa seconda puntata interessano le provincie di Parma, Bologna, Pistoia, Firenze

“Primavera in fiore” è una guida per abbracciare al meglio la magia della stagione più bella dell’anno, con un occhio attento alla sostenibilità e al rispetto dell’ambiente. Ma ancor più per segnalare le realtà produttive e commerciali che si segnalano per la qualità dei prodotti e delle proposte, con una dichiarata propensione a muoversi in modo sostenibile, privilegiando tecniche il più possibile ecologiche.

In quest’ambito una partiolare attenzione viene posta anche alle attività didattiche e di certificazione che le aziende organizzano, rivolte al pubblico professionale e anche agli hobbisti

*********

Equa è nata ventuno anni fa con l’obiettivo di soddisfare il bisogno crescente di conoscenza e consulenza in materia di biodiversità e verde. Mauro Carboni, il fondatore, spiega che all’epoca aveva notato una mancanza di consapevolezza e competenze specifiche in questi settori. La società si è quindi impegnata a riscoprire e valorizzare vecchie varietà e razze, nonché a promuovere una maggiore attenzione al verde, sia pubblico che privato, sensibilizzando e informando il pubblico su questi temi.

La biodiversità svolge un ruolo strategico nella promozione della sostenibilità ambientale e nella conservazione delle risorse naturali. Carboni sottolinea come la perdita di biodiversità avvenuta nel dopoguerra, con la globalizzazione e l’industrializzazione dell’agricoltura, abbia avuto gravi conseguenze. La diversità biologica rappresenta una risorsa fondamentale per affrontare sfide globali come il cambiamento climatico, offrendo una resilienza maggiore alle avversità, rispetto alle coltivazioni omogenee diffuse su larga scala.

Uno dei progetti di punta dell’azienda ha portato alla creazione dell’Associazione Parmense Olivicoltori, fondata oltre vent’anni fa con l’obiettivo di recuperare le varietà antiche e produrre un olio di eccellenza. Nonostante le difficoltà iniziali, l’associazione ha ottenuto notevoli successi, tra cui il terzo premio a una convention internazionale a Parigi nel 2021 per il miglior olio.

Per sensibilizzare il grande pubblico sull’importanza della biodiversità, Equa si impegna a fare cultura attraverso la divulgazione di storie, tradizioni e ricette legate alle varietà locali. Far assaggiare i prodotti e far conoscere le persone e le storie dietro questi prodotti è fondamentale per far comprendere la realtà e il valore della biodiversità.

Carboni vede l’agricoltura futura sempre più integrata con il contesto naturale. La sfida futura sarà quella di ricreare un’agricoltura in sintonia con gli equilibri naturali, recuperando pratiche che rispettino e valorizzino la biodiversità,.

Contatti:

Equa srl

Strada Borghetto 93, Parma, 43122

800 180 733

info@equa.bio

A Bologna si cela un “verde tesoro” chiamato Vivaio Floridea.

Rita Galetti, titolare del vivaio, ci ha raccontato la sua storia. Iniziando come dipendente, Rita ha avuto la fortuna di apprendere tutti i segreti del mestiere. Dopo 10 anni, ha preso in mano le redini dell’attività, mantenendo intatto il suo fascino familiare. La sua esperienza nella coltivazione e nella selezione dei fornitori è fondamentale per il successo del vivaio.

L’impegno e la passione sono i pilastri che guidano ogni giorno il lavoro nel Vivaio Floridea, assieme all’attenzione al mercato e alle esigenze dei clienti.

Inoltre, Rita ha una profonda sensibilità verso la sostenibilità ambientale nel processo di coltivazione. Ogni azione è intrapresa con attenzione per ridurre l’impatto sull’ambiente. Il riciclaggio dei materiali plastici, l’utilizzo di giornali per avvolgere le piante al posto della plastica e l’irrigazione manuale per risparmiare acqua sono solo alcune delle pratiche adottate. La precisione nella coltivazione è un altro aspetto cruciale per evitare sprechi e ottimizzare le risorse.

Ma c’è qualcosa di speciale che rende il Vivaio Floridea ancora più affascinante: la presenza di Caino, il gatto mascotte. Socievole compagno a quattro zampe che ha conquistato il cuore di molti clienti, anzi non è raro che i visitatori scelgano il vivaio solo dopo aver visto le sue foto online!

Contatti:

Via Agucchi, 102/6, 40131 Bologna BO

Telefono: 051 387786

Email: rita.galetti@gmail.com Facebook: https://www.facebook.com/vivaiofloridea/

 

La tradizione familiare è il cuore pulsante del vivaio Ammazzini a Pescia. Fondata su solide fondamenta, l’azienda è stata tramandata di generazione in generazione, trasmettendo conoscenze e valori che hanno plasmato la sua identità.

Durante il corso degli anni, il vivaio Ammazzini ha affrontato una significativa trasformazione. Da un ruolo prettamente floriculturale, l’azienda si è evoluta in un’attività vivaistica, ampliando le sue competenze e adattandosi alle mutevoli esigenze del mercato. In particolare, il vivaio ha sviluppato una notevole expertise nella coltivazione specializzata delle olive, che ha contribuito alla sua crescita e al suo successo.

Un aspetto fondamentale è stato l’adattamento alle sfide dell’eco-sostenibilità nella produzione di piante. L’azienda ha dimostrato di essere all’avanguardia, adottando l’irrigazione a goccia al 90% nella sua produzione. Questo ha permesso di ridurre significativamente il consumo di acqua, garantendo al contempo una crescita sana delle piante.

La qualità delle piante è una priorità assoluta per il vivaio Ammazzini. Durante il ciclo di produzione, le piante vengono protette e curate per garantire che il loro sviluppo e la loro crescita siano ottimali una volta piantate. Inoltre, il vivaio utilizza biostimolanti a basso impatto chimico per favorire la crescita eco-sostenibile delle piante. Questo impegno per la qualità richiede tempo e ricerca, ma è fondamentale per garantire che le piante si adattino bene all’ambiente in cui vengono piantate.

Il vivaio Ammazzini riconosce anche l’importanza di partecipare attivamente alle fiere di settore. Queste occasioni offrono l’opportunità di creare relazioni B2B e di apprendere da realtà più grandi e tecnologicamente avanzate.

L’azienda Ammazzini dimostra che è possibile combinare tradizione e innovazione, mantenendo un forte legame con le proprie radici mentre si guarda al futuro. La sua storia familiare è un esempio di come l’esperienza e la conoscenza tramandate di generazione in generazione possano essere un trampolino di lancio per l’adozione di pratiche sostenibili e all’avanguardia nel settore vivaistico.

Contatti:

Soc. Sempl. Agricola Ammazzini Piante di Gianluca e Massimo

+39 368428010

info@ammazzinipiante.it

Via Guinigi 55, Pescia (PT)

 

Stefano Magi, il fondatore dell’azienda Le Rose di Firenze a Scandicci, ha sempre nutrito una grande curiosità per il giardinaggio e la coltivazione. La sua passione per l’orticoltura e la sua collezione di piante risalgono all’infanzia. Magi, collezionista fin dall’infanzia, ha avviato l’attività 25 anni fa concentrandosi sulla produzione di rose e altre piante da giardinaggio.

Il successo di questa azienda, gestita insieme a Rita Paoli, appassionata collezionista ed esperta botanica, e Elisabetta Meregalli, veterinaria appassionata di collezionismo, è dovuto anche alla loro capacità di progettare meravigliosi giardini. Per rimanere competitivi sul mercato delle rose, distribuiscono le loro piante in tutta Europa e in altri Paesi, offrendo varietà uniche e coltivando sia rose nuove che antiche.

La sostenibilità è un valore fondamentale per l’azienda, che si impegna nell’utilizzo di prodotti biologici e locali, nonostante le sfide che ciò comporta. Ogni anno, producono circa 50.000 rose e Magi afferma di essere sempre alla ricerca di nuove opportunità e sfide, anche se gestire un’attività del genere non è un compito facile. Attualmente, sta cercando di formare un giovane team che lo supporti.

L’azienda offre quattro corsi annuali per la certificazione di alto livello, pensati sia per gli hobbisti che per i professionisti, con classi di piccole dimensioni per un’attenzione personalizzata.

Quello del vivaista è un lavoro che richiede notevole impegno, ma offre altrettante soddisfazioni, se c’è la passione e Stefano ne ha tanta da sempre.

Contatti:

Le Rose di Firenze – Vivaio Via delle Prata s.n.c.

Via delle Prata, 50018 – Scandicci – FIRENZE

+39 3290529736 – tel/fax +39 055741552 –

Chiamaci: +39 055741552 Info@lerosedifirenze.com