Select Page

Autore: redazione

Acqua in crisi. Anche la California trema

di Alberto Rugolotto Problemi di siccità in California. Il governatore Arnold Schwarzenegger ha dovuto dichiarare lo stato d’emergenza dopo aver preso in considerazione un piano per il razionamento dell’acqua a seguito del fatto che la scarsità delle precipitazioni piovose dell’anno trascorso ha causato perdite per circa 3 miliardi di dollari. Nonostante infatti le tempeste registratesi nell’ultimo periodo, il governatore ha spiegato come il territorio Californiano si prepari ad affrontare il suo terzo anno consecutivo di siccità e come anche i prossimi due-tre anni non si presentino tanto favorevoli. Una tesi sostenuta anche da alcuni funzionari statali, secondo i quali l’attuale crisi di siccità – che ha causato la perdita nel settore agrario di circa 95.000 posti di lavoro, tanto che anche tra le più economicamente redditizie comunità di coltivatori non saranno più in grado di piantare regolarmente – possa essere derubricata come la più costosa di sempre. Schwarzenegger ha poi lanciato l’appello alle città e ai singoli utenti di ridurre il più possibile i consumi idrici e alle agenzie statali di potenziare i piani di riduzione dell’acqua potabile. (Fonte:...

Read More

Acqua per respirare. Le ‘ampolline’ della Manica

di Alberto Rugolotto La compagnia Shering Pough ha lanciato negli Stati Uniti un nuovo prodotto per liberare il naso dal muco: si tratta di campioni di acqua purificata del Canale della Manica, che secondo il Daily Mail alcuni rappresentanti europei hanno venduto all’azienda americana alla cifra di dieci sterline a bottiglia. La compagnia sostiene che, attraverso una debita purificazione, l’acqua del canale che separa Francia e Inghilterra abbia già dimostrato la sua efficacia nei test clinici di laboratorio, nonostante gli scarichi di alcune centrali nucleari nelle vicinanze. (Fonte:...

Read More

L’acqua come ‘oro blu’: il rischio di una nuova crisi globale

di Alberto Rugolotto L”oro blu’ sarà al centro della prossima crisi globale. È questo lo sconfortante scenario ipotizzato dal capo dell’Unità della Fao per lo sviluppo e la gestione dell’acqua Pasquale Scaduto e che sarà delineato nell’ambito del Forum Mondiale sull’acqua che si terrà a Istanbul dal 16 al 22 marzo. Nel mondo, ricorda Steduto, sono 1,1 miliardi le persone che non hanno accesso sufficiente a fonti d’acqua pulita e 2,6 miliardi quelle che non dispongono di servizi igienici adeguati. La questione dell’acqua sarà causata principalmente da una pressione demografica sempre più consistente, che avrà come effetto immediato un aumento della domanda alimentare e della richiesta di energia. Gli esperti mondiali che si siederanno al tavolo del Forum saranno quindi impegnati nella scrittura di una ‘agenda tecnica’ che i vari governo dovranno rispettare in materia d’acqua, un impegno reso più forte dal fatto che l’ospitante Turchia porterà poi il documento all’esame delle Nazioni Unite, primo passo per una successiva ratifica. La scarsità delle risorse idriche è infatti un problema d’emergenza già da tempo e in parecchie situazioni. Lo stesso Steduto ricorda come molti fiumi indiani e cinesi si stiano prosciugando a causa dell’eccessivo sfruttamento, due economie emergenti che come in molte altre aree devono fare i conti con i risvolti preoccupanti della scarsità delle risorse idriche. Il primo passo in questo senso sarà la riduzione degli sprechi, a partire...

Read More

L’Acqua come habitat. Pericolo cetacei nel ‘Santuario ligure’

di Alberto Rugolotto Attraverso Alessandro Giannì, responsabile del Progetto Mare, l’organizzazione ambientalista Greenpeace lancia l’allarme per il «Santuario dei cetacei» del Mar Ligure. Il punto di partenza è la rilevazione sul campo dell’Arctic Sunrise, ch ha constatato la diminuzione della popolazione di cetacei nel circa 87.000 km quadrati del Mar Ligure che un accordo in vigore dal 2002 tra Italia, Francia e Corsica avrebbe dovuto proteggere. In questo ecosistema, ad esempio, è stata rilevata una riduzione di circa il 50% delle stenelle ed è stato avvistato solo un quarto delle balenottere «attese». Secondo Giannì di Greenpeace, sono tante le cause di queste scomparse: l’inquinamento acustico provocato dall’intenso traffico navale, la pesca che non tiene conto della presenza dei cetacei, il «whale watching», ovvero l’attrazione turistica che dovrebbe permettere ai turisti e ai visitatori di osservare da vicino e avvicinarsi ai cetacei. (Fonte: La...

Read More

Premio Internazionale Scritture d’Acqua: parlano Pietro Laureano e Wolfang Sachs

Reprint. Mentre si sta predisponendo il programma della XIX edizione 2014 di Scritture d’acqua, vi riproponiamo le interviste ai due vincitori della XIII edizione, due scienziati, ma ancor più due persone di grande valore: Pietro Laureano e Wolfgang Sachs di Giovanni Angileri e Gabriele Nicolus Venerdì 28 novembre 2008 è stato assegnato il Premio Internazionale Scritture d’Acqua, che si propone di anno in anno di consegnare un’onorificenza a personalità che si sono distinte per la creazione di opere letterarie, artistiche e scientifiche il cui tema è l’acqua. La premiazione, avvenuta durante una cena di gala presso il Ristorante Villa...

Read More

Editoriale

di Giorgio Triani Come ogni numero zero, anche questo è una dichiarazione d’intenti. Una prova generale e nel contempo un invito a collaborare. Critiche, proposte e suggerimenti sono infatti ciò che ci attendiamo. Water(on)line è un giornale specializzato che però spazierà su molti temi. Dal momento che l’acqua è un elemento presente dappertutto: fondamentale per la vita biologica del pianeta e dell’umanità, ma anche essenziale per molteplici manifestazioni della vita sociale; risorsa indispensabile per il funzionamento di attività e intraprese economiche primarie, ma pure al centro del nostro immaginario. Non solo letterario e artistico: considerate ad esempio le relazioni che l’acqua intrattiene con la salute e il benessere. Water(on)line è un progetto che ha preso corpo nell’ambito del Premio Internazionale Scritture d’Acqua e la cui realizzazione è stata resa possibile grazie a innovativa formula, nata per caso, ma poi rivelatasi essenziale per dare corpo a un’idea coltivata da molto tempo ma che avrebbe continuato a stare nel cassetto. Se, appunto, non si fossero trovati negli studenti della laurea specialistica in Giornalismo e Cultura Editoriale dell’Università degli Studi di Parma gli interlocutori giusti. Per realizzare un prodotto editoriale che, offrendo loro possibilità di pratica giornalistica, sia utile a una comunità ampia di persone, professionisti, enti e associazioni a vario titolo interessati a un’informazione specialistica. Water(on)line nasce peraltro grazie all’interessamento e al sostegno di enti gestori e istituzioni che hanno competenze...

Read More

Acqua, risparmio e… ospedali inglesi. Qualcosa si può fare

di Alberto Rugolotto Una curiosa notizia arriva dalla Gran Bretagna, che ha deciso di introdurre una serie di modifiche nel menù degli ospedali per diminuire le emissioni nocive dell’intero servizio sanitario (Nhs). Un’iniziativa di ampia portata che muove da alcuni dati poco confortanti: nel 2004 i livello di diossido di carbonio ha raggiunto i 18,6 milioni di tonnellate e supera il 3% del totale delle emissioni nel Regno Unito. È stato calcolato, inoltre, che se il servizio sanitario fosse uno stato, si classificherebbe all’81esimo posto nella graduatoria mondiale dell’inquinamento: il responsabile dello sviluppo sostenibile della sanità inglese David Pencheon ha sottolineato la necessità di provvedimenti concreti, ipotizzando di poter utilizzare i risparmi ottenuti per garantire servizi migliori ai pazienti. E l’acqua dove si inserisce in questo contesto? Fra le novità ‘eco’ introdotte dal piano «Saving carbon, improving health», figura anche il tentativo di convincere il maggior numero di persone possibile a consumare meno bottiglie d’acqua, un buon obiettivo nella direzione del più vasto e globale problema della diminuzione e dello smaltimento dei rifiuti. (Fonte:...

Read More

L’acqua si tinge di rosso: le fontane di Napoli

di Alberto Rugolotto Quando l’acqua si tinge di rosso. Come a Roma pochi mesi fa, anche a Napoli l’acqua di alcune fontane è stata tinta di rosso. Se nella capitale si trattava della celebre fontana di Trevi, nel capoluogo campano sono rimaste coinvolte la fontana di piazza Trieste e Trento, situata a pochi passi da piazza Plebiscito, e le quattro ‘vasche’ situate davanti piazza Municipio e di fronte Palazzo San Giacomo, sede del sindaco Iervolino e della giunta comunale. Il gesto di protesta è stato rivendicato dall’organizzazione Cuib, di estrema destra e vicina a Forza Nuova. Sparsi sull’acqua sono stati ritrovati decine di volantini protetti da contenitori plastificati che spiegavano le ragioni del gruppo, oltre a recare la stessa sigla Cuib, una croce celtica e una scritta inneggiante la Palestina. In entrambi i luoghi della protesta, nessun agente di polizia e carabinieri si è accorto del clamoroso gesto, nonostante a pochi passi si trovino in un caso la Prefettura, nell’altro appunto il comune. Ora la Digos sta indagando sull’episodio. (Fonte:...

Read More

Acqua pubblica: firmato il «Manifesto dell’Acqua del sindaco»

di Alberto Rugolotto Acqua del rubinetto o acqua in bottiglia? Quale conviene di più? È più sana la prima o la seconda? Cambia qualcosa o è un finto problema? Ormai della questione si discute spesso: chi sceglie l’acqua dell’acquedotto che sgorga dal rubinetto di casa, chi si reca con i contenitori vuoti nelle fontane pubbliche, chi preferisce la garanzia della bottiglia diffidando dalla qualità della fornitura del ‘tubo’. In ogni caso, ci sono comuni che intraprendono iniziative virtuose per offrire ai cittadini acqua senza costi, sprechi e inquinamento. Basti ricordare i casi già trattati da Water(on)line delle fontane di Fidenza e delle «case dell’acqua» nel milanese. Un’altra recente iniziativa è quella del «Manifesto dell’acqua del sindaco»: il sindaco di Venezia Massimo Cacciari, quello di Camponogara Gianpietro Manin, quello di di Imola Daniele Manca – in rappresentanza dei primi cittadini dell’Emilia Romagna – e l’assessore all’Ambiente del comune di Pordenone – in vece dei sindaci del Friuli Venezia Giulia –, hanno sottoscritto un patto per impegnarsi a valorizzare e promuovere il consumo dell’acqua di rubinetto e a garantirne al contempo qualità, sicurezza e affidabilità. Alla conferenza stampa sono intervenuti anche il direttore generale di Veritas, Andrea Razzini, e l’amministratore delegato del gruppo Hera, la multiutility che gestisce le acque potabili in Emilia Romagna, Maurizio Chiarini, che collaborano alla realizzazione di questo progetto da più di un anno. Tutti hanno evidenziato...

Read More

Water Sponsor

Water Stories

Water Video

Loading...

Water Natura

UA-116066244-1